Costa Volpino- Angelo, il suo primo secolo di vita, prigioniero in Germania, lettore accanito e …

Un secolo di quelli da ricordare, raccontare, tenere incollato al cuore guardando avanti, già, perché Angelo Mazzucchelli, classe 1921, nato il 27 settembre, è uno che la vita ce l’ha nel dna. Quattro figli, tre viventi, 8 nipoti, 4 pronipoti e un cane che gli scodinzola addosso meraviglia, un border colly, Zama, che è con lui da quando è rimasto vedovo sei anni fa. Un lettore di quelli accaniti, interessati, legge di tutto anche se predilige romanzi d’amore. Una vita tosta, segnata dalla sofferenza e dalla fatica ma sempre, ogni giorno, da nuove rinascite. Lui prigioniero in Germania a Berlino, internato dopo l’8 settembre del 1943, deportato da Rovereto, come internato militare italiano…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 OTTOBRE