ROGNO – “L’arrivo del presidente Bosniaco è frutto di anni di relazioni proficue, la sinergia porta lontano”

97

Per la prima volta un Presidente straniero in uno dei nostri paesi, come è avvenuto il contatto? “Dà un po’ di anni – racconta il sindaco Cristian Molinarialcuni paesi della Bassa Val Camonica hanno relazioni con persone bosniache che vivono da decenni nei nostri territori, avevamo già avuto incontri con sindaci bosniaci che venivano da noi, poi il Covid ha rallentato tutto ma ora abbiamo ripreso tutti i rapporti. Abbiamo stretto un rapporto di amicizia con Mirsad, il presidente dei bosniaci che vivono qui, ci sentiamo spesso e ci confrontiamo su quello che succede a livello internazionale e così ha individuato Rogno per realizzare il monumento per ricordare la terribile strage di Srebrenica e abbiamo accettato ben volentieri. Così è partito il tutto e ora che il monumento è concluso arriva niente meno che il presidente della Bosnia ma questo è la conseguenza diretta del rapporto di amicizia che dura da anni”.

pubblicità

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 LUGLIO

pubblicità