Giro d’Italia, grande attesa per la tappa della Valcamonica

356

Edizione numero 107 della corsa rosa e riassumendola in pochi numeri possiamo dire che la partenza è stata da Venaria Reale e dopo 3.400,8 km con 44.650 metri di dislivello si arriverà a Roma. Due le cronometro per un totale di 71,8 chilometri, le tappe dedicate ai velocisti saranno 6, così come 6 saranno gli arrivi in salita, mentre le tappe lunghe più di 200 chilometri saranno 4 e 12 quelle con i chilometri compresi tra 150 e 200. Il gruppo affronterà 10 ascese di prima categoria, 9 di seconda, 10 di terza e 12 di quarta categoria, mentre la vetta più alta, ovvero la Cima Coppi, sarà il Passo dello Stelvio con i suoi 2758 metri di altitudine.

Quella che attraverserà la Valcamonica sarà la tappa numero 15 di domenica 19 maggio. Partenza da Manerba del Garda e arrivo a Livigno dopo 222 chilometri.

Questa frazione giocherà un ruolo importante per la classifica generale. La prima salita di giornata sarà a Lodrino (7,3 km al 4,5%) seguita a ruota dal Colle San Zeno (13,9 km al 6,6%). Il finale della tappa presenterà le salite più dure con l’iconico Passo del Mortirolo (da Monno, 12,6 km al 7,6%), Passo di Foscagno (15 km al 6,4%) e l’arrivo a Livigno presso la ski area Mottolino (4,7 km al 7,7% ). Le cime di queste ultime due salite supereranno i 2.000 metri.

 

 

pubblicità