PEIA – Ci si prepara ad accogliere alcuni profughi nei due mini-appartamenti di proprietà comunale – Penalizzato dai rincari il Bilancio di Previsione 2022

231

Di fronte all’emergenza Ucraina l’Amministrazione ha deciso di fare la sua parte per accogliere i profughi che fuggono dalla disperazione della guerra:

pubblicità

“Il nostro Comune possiede due mini-alloggi, attualmente utilizzati come depositi ma in buone condizioni, adatti ad ospitare eventualmente un paio di famiglie – spiega la sindaca Silvia Bosio -, cosa che vorremmo fare fin da subito se anche  a questo proposito non ci fosse la burocrazia a farci rallentare tutto il percorso: anche solo per far ripartire le utenze – luce, gas, ecc…- bisogna fare una trafila infinita e questo  sottrae un sacco di tempo e di energie ai nostri uffici che già ne hanno pochi, se si pensa che il nostro Ufficio Tecnico lavora 18 ore alla settimana; per non parlare della burocrazia statale: insomma,  anche in questa situazione di emergenza le migliori intenzioni di solidarietà e di accoglienza devono fare i conti con questo ‘scoglio’ fatto di telefonate cui spesso non risponde nessuno e di una miriade di carte  da compilare…”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 MARZO

pubblicità