Gromo – E’ morto Mauro Tonoli, storico ristoratore del Posta al Castello

Non ce l’ha fatta. E Gromo oggi è sgomenta. Perché Mauro Tonoli qui era un punto di riferimento, non solo un ristoratore ma molto di più. Perché la cucina diventa casa quando una persona ti fa respirare la meraviglia di un mestiere che se fatto con passione diventa arte. Mauro, 55 anni, era il titolare insieme al fratello Chicco e alla mamma Alba del ristorante Posta al Castello di Gromo , ieri pomeriggio, poco dopo le 15 all’improvviso si è accasciato e ha perso i sensi. Sul posto subito un ambulanza, Mauro è apparso subito molto grave, trasportato in elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo è morto questa mattina. Ristoratore da sempre nel suo locale proprio sulla piazza del paese, in quello che è uno dei borghi più belli d’Italia. attività storica che due anni fa aveva ricevuto un riconoscimento per i 40 anni di apertura.

Appena pubblicata la notizia ci ha chiamato dalla provincia di Catanzaro un amico di Mauro, ecco il suo ricordo:

I chilometri non sono nulla ,quando l’amicizia è VERA e Sincera. Questo è il risultato, dopo tantissimi anni, l’opera di curare e innaffiare un’amicizia vera con degli amici della bergamasca. Oggi, purtroppo è andato via carissimo amico di Gromo, un  ristoratore, un bravissimo ragazzo, nonché un grande amico che è stato uno dei primissimi ad accogliermi  nella comunità gromese, appena ventenne nelle mie esperienze lavorative per le Poste Italiane. E’ andato via , Mauro Tonoli, un ristoratore di Gromo, un bravo ristoratore  della val Seriana, che fin da ragazzo ha seguito le tracce di suo padre nella sua attività, in un  ristorante. noto nella Lombardia e non solo per la sua unicità e per l’esclusivitá dei piatti italiani e bergamaschi. Dopo 29 anni, l’ ho rivisto a settembre scorso, è stato grande rivedere tutti ,è stata l’ultima volta, ma l’ ho visto sempre con quel sorriso e con quella voglia di vivere nei ricordi che portavi nella gioventù che abbiamo vissuto , in quella Magica  Valle Seriana. Ciao Mauro, ti saluto e ti invito ad essere il primo chef di nostro Signore in cielo, mi hai fatto conoscere le pietanze tradizionali della tua terra, come io i nostri prodotti di Calabria che portavo a Bergamo, ogni qualvolta tornavo a trovarvi. Non servono i chilometri non servono distanze non servono barriere, oggi più che mai serve l’amicizia sincera che durerà sempre e durerà sempre per te Mauro, un abbraccio e condoglianze a tutta la famiglia Tonoli e alla cittadinanza gromese che oggi ha perso un personaggio vero che dava lustro a Gromo e non solo.