GROMO – Un giorno in ambulatorio a Gromo, 40 pazienti in fila, alcuni arrivati un’ora prima. Un pensionato: “Sono gentili e veloci ma…”

355

L’ambulatorio in località Prenzera, che pure non è piccolo, come sempre si è riempito di persone ben prima dell’arrivo del dott. Minelli, il quale riceve per tre giorni alla settimana a Gromo, il lunedì, il mercoledì e il giovedì, e per 1 giorno a Valbondione. Ci sono una quarantina di pazienti, le seggiole a disposizione non bastano – sono appannaggio di quelli che si sono portati avanti venendo qui anche un’ora prima, alle 12,30 -; gli altri aspettano in piedi, in fila ordinata , ed ogni nuovo arrivato chiede gentilmente “Chi c’è prima di me?” calcolando a occhio il tempo che ci vorrà perché arrivi il suo turno:

“Il dott. Minelli è gentile, cerca di non farci aspettare troppo e in genere nelle sue due e tre ore riesce a ‘sistemarci’ tutti; ma spesso ci riceve anche dopo, a meno che non debba correre a Lovere nel suo ambulatorio –dice una signora che viene da Valgoglio – Io avevo pensato di non venire oggi, potevo aspettare fino a lunedì prossimo, ma quando ho sentito di questa faccenda della chiusura dei CAD mi sono affrettata a cambiare programma, magari il dott. Minelli non verrà più, bisognava portarsi avanti, non si sa mai cosa può succedere …”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 22 MARZO

pubblicità