L’ATLETA 23ENNE DI BRATTO – Federico e lo ski cross: la seconda convocazione in nazionale e il sogno delle Olimpiadi

2388

Una riconferma. Una notizia attesa. Ma non per questo meno prestigiosa e gradita. Federico Tomasoni è stato convocato in nazionale anche per la stagione 2020/2021. Secondo anno con la maglia tricolore per l’atleta ventitreenne di Bratto, che dopo diversi anni di militanza nello sci alpino è alla sua seconda stagione di ski cross. Una disciplina più recente, nell’ambito del free style. In cui Federico è riuscito a imporsi sin da subito. “Lo ski cross è simile allo snowboard cross, è nato agli inizi degli anni 2000, le nazionali si sono formate intorno al 2008 – inizia a raccontare Federico -. È una disciplina spettacolare, una cosa incredibile. Nelle gare si parte in quattro insieme, ci sono piste con gobbe, salti e paraboliche: dopo aver studiate come superare i vari passaggi, si fa una qualifica, che avviene attraverso una prova a tempo singola: i primi 32 tempi della qualifica accedono alle fasi finali. Poi ci si suddivide in otto batterie da quattro. In queste si va ad eliminazione: in ognuna passano i primi due. Le batterie si riducono progressivamente: otto, quattro, due e la finale. Il bello per chi guarda è che se uno passa, lo vedi il turno dopo. Le batterie si svolgono, infatti, tutte in un giorno”.

pubblicità

Una disciplina che Federico pratica solo dallo scorso anno. Perché negli anni precedenti ha sempre fatto sci alpino. Gli sci ai piedi li ha praticamente da quando è nato. Del resto era scritto praticamente nel suo dna. “Mio papà è stato in nazionale sei anni con Tomba e Spampatti, è stato nei carabinieri, è sempre stato un atleta importante, poi ha iniziato a fare l’allenatore, diventando istruttore nazionale. Da quando sono nato ha sempre avuto in mente di farmi sciare per farmi diventare un atleta. A poco più di due anni ho messo gli sci. Anche se a quell’età non credo che si possa parlare di sport”. Ma poco dopo inizia a diventare una storia seria…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 GIUGNO

pubblicità