CREDARO – Ricordando Ferruccio credarese trucidato a Lero, sul Mar Egeo

Il 29 gennaio 2020 in occasione del centenario dell’istituzione commemorativa al Milite Ignoto, il Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valore Militare ha presentato in collaborazione con l’ANCI la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria a questa icona nazionale. La scelta è motivata dall’alto valore simbolico attributo a questa figura, che rappresenta i volti di tutti i soldati caduti per la patria nei diversi conflitti che hanno coinvolto l’Italia.

“Degno figlio di una stirpe prode e di una millenaria civiltà̀, resistette inflessibile nelle trincee più contese, prodigò il suo coraggio nelle più cruente battaglie e cadde combattendo senz’altro premio sperare che la vittoria e la grandezza della Patria”.

Con queste solenni parole, a Credaro come in altri comuni d’Italia, lo scorso 6 novembre il Sindaco ha dato inizio al Consiglio Comunale straordinario convocato appositamente per l’occasione. La cerimonia ha visto la partecipazione di autorità civili, religiose, militari, e numerose associazioni credaresi. Alcuni ragazzi, protagonisti attivi della commemorazione, hanno contribuito attraverso la lettura di brani di carattere storico legati al Milite Ignoto. Particolarmente suggestive sono state le citazioni tratte da Diario Clandestino di Giovanni Guareschi, soldato e prigioniero in un campo di concentramento in Germania. Scrive l’autore: “Le stellette che noi portiamo’ non rappresentano soltanto la ‘disciplina di noi soldà’, ma rappresentano le sofferenze e i dolori miei, di mio padre, dei miei figli e dei miei fratelli. Per questo le amo come parte di me stesso, e con esse voglio ritornare alla mia terra e al mio cielo.”

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 NOVEMBRE