COSTA VOLPINO – INTERVENTO Tasse, supermercati e passerelle sul fiume: l’incapacità dell’amministrazione di concentrarsi sui bisogni primari

209

di Michele Lorandi, capogruppo di minoranza

Un luogo comune recita che non ci sono più le mezze stagioni e oggi inquinamento e riscaldamento globale fan sì che non meravigli più vedere persone in t-shirt passeggiare per strada accanto a freddolosi imbacuccati. Fatto sta che l’inverno appena passato è stato particolarmente rigido e nevoso e che uno degli effetti avvertiti dalla popolazione, anche a Costa Volpino, sia stato l’aumento dell’importo della bolletta per la fornitura di gas metano. Fatto sta che, casualmente, la bolletta sia arrivata in concomitanza con un’altra incombenza monetaria che pesa sui bilanci familiari: la tassa rifiuti. E fatto sta, ancora, che i rincari si sommino a tutto il resto e che l’agognato weekend fuoriporta o il regalo promesso ai figli debba slittare un po’ più in là. Sulla tassa rifiuti e sulle scelte adottate dall’amministrazione comunale che hanno portato all’aumento degli importi abbiamo già avuto modo, quale minoranza consiliare, di esprimere la nostra contrarietà…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 1 GIUGNO

pubblicità