CASAZZA – “A Casazza stanno morendo tanti gatti randagi nell’indifferenza”. I “randagini” e la colonia felina, richiesta ma non concessa dal Comune

L’allarme/denuncia è stato lanciato sui social da un amante dei gatti, preoccupato da tante sparizioni e morti di randagi: “A Casazza stanno morendo tanti gatti randagi nell’indifferenza; poveri martiri, ho speso i pochi soldi che guadagnavo per loro per il cibo per sterilizzarli. Il sindaco non ne vuol sapere, il veterinario dell’Ats anche. Non avrei pensato che in Val Cavallina nel 2022 ci sarebbe stata tanta inciviltà”.

Questo è il classico messaggio social che non lascia indifferenti e che porta a una lunga scia di commenti. “I randagini non importano a nessuno, nonostante le promesse fatte. Basterebbe davvero poco per lasciarli vivere tranquilli. Oltretutto tengono lontani i topi in modo naturale. Basterebbe sterilizzarli e in pochissimi anni sarebbe risolto tutto”.

È anche stato portato l’esempio della colonia felina del vicino Comune di Vigano San Martino: “Io a Vigano mi occupo della colonia felina tutelata dal Comune e dall’Asl. Basta presentare le domande al Comune e all’Asl e la cosa è fatta. Sterilizzano gratis e chi se ne occupa provvede al mantenimento dei gatti; certo che potrebbero dare una mano anche con gli alimenti, perché per una sola persona la spesa è importante… ma si può fare”.

Interviene un altro cittadino: “Ad oggi il Comune, a cui é stata fatta richiesta con tanto di uscita del servizio veterinario, ha detto che non intende riconoscere altre colonie feline sul territorio. Mi auguro cambi idea”. Un altro gli fa eco: “Per tre richieste di nuove colonie sul territorio il Comune, dopo il sopralluogo con l’Ats veterinaria, ha espresso tre pareri sfavorevoli con tre ragioni diverse a seconda della casistica”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 GENNAIO