BIANZANO – LA SINDACA – Il 2020, un anno “da non dormirci la notte” e i sogni per il 2021

140

La sindaca di Bianzano Nerella Zenoni volge lo sguardo indietro e ripensa a questo difficile 2020, un anno che rimarrà nella memoria collettiva per l’emergenza Covid, che ha avuto conseguenze sia dal punto di vista sanitario che economico.

Questa pandemia ha colpito anche Bianzano, portandoci via tante persone a noi care. Inoltre, le attività economiche hanno risentito parecchio di questa emergenza; non è stato facile per nessuno, soprattutto per le piccole realtà. Voglio quindi esprimere un grazie di cuore a tutti i volontari e al personale del Comune”.

Il Covid ha stravolto il vostro programma di inizio 2020? “Il programma è cambiato in modo evidente, perché avevamo diverse e nuove iniziative da proporre alla popolazione, ma siamo riusciti a realizzare solo l’evento di Carnevale; poi non è stato possibile proseguire con altri eventi”. Come è stato affrontare un anno così complicato nelle vesti di primo cittadino? “Il 2020 è stato un anno da non dormirci la notte per queste problematiche legate al virus, soprattutto per il fatto che Bianzano ha una popolazione principalmente anziana e la preoccupazione era tanta ogni giorno; è stato un anno affrontato con la presenza quotidiana sul territorio”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 DICEMBRE

pubblicità