BERGAMO – PIA LOCATELLI – LA STORIA E LA PANDEMIA – Due volumi per i 20 anni della Fondazione Zaninoni

Due volumi per celebrare i 20 anni della Fondazione Zaninoni. Il primo è la storia della nascita della Fondazione e la intitolazione ad Angelo Jack Zaninoni, ricordato da Pia Locatelli (già parlamentare europea e italiana, presidente per lunghi anni della “Internazionale Socialista Donne”), sua compagna di vita. «Trent’anni della mia vita li ho passati con Jack, ci siamo conosciuti poco più che ventenni e siamo stati insieme fino alla sua morte, ingiustamente precoce. Una vita intensa la sua, la mia altrettanto ma un po’ di riflesso della sua nei primi anni, fino a che non mi sono “emancipata” da lui, continuando a vivere felicemente insieme e partecipando, nelle nostre lunghe chiacchierate, l’uno alla vita dell’altra».

Un imprenditore creativo che fondò la “Jack Better” che ha “vestito” gli sciatori per anni: «Era affascinato dall’idea dell’intraprendere, del far nascere cose nuove, del promuovere esperienze inedite per sé e per altri. Non capiva chi si accostava al lavoro come fatto routinario. Per lui il lavoro era progetto di vita, era impegno totale. Si sentiva ferito quando qualcuno lasciava la sua azienda, ne soffriva nonostante la sua apparente durezza, perché si affezionava ai suoi collaboratori. (…) Istituire una Fondazione che portasse il suo nome e continuasse la sua mission mi è sembrato il modo più coerente e “dovuto” per continuare a farlo vivere».

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 DICEMBRE