ADRARA SAN MARTINO – Matteo e il piccolo Francesco, la pizzeria, il canale Youtube dove ‘condivide un futuro migliore’, quel viaggio in Bolivia…

1041

La felicità gliela senti anche nella voce; e quando afferma senza alcuna esitazione di sentirsi assolutamente fortunato di essere padre, ti trasmette un’onda contagiosa di positività e di allegria. Matteo Cadei, classe 1991, nativo di Sarnico, è sposato – felicemente, ꞔa va sans dire! – con Jennifer e il loro piccolo Francesco è arrivato nel 2018: “Lo abbiamo fortemente voluto, questo figlio, ed ora pensiamo soprattutto a ‘godercelo’, a trasmettergli la nostra gioia di vivere ed a crescerlo in un’atmosfera piena di amore. Non ci nascondiamo ovviamente le eventuali difficoltà di educarlo bene, è una persona diversa da noi e ogni persona è un mondo a sé, col suo carattere, con una personalità che non è necessariamente uguale alla nostra…Ma questo è stato messo in conto fin dagli inizi, come dire che quando accetti un figlio poi devi ‘prendere’ tutto il pacchetto, cioè comprese anche le eventuali difficoltà e gli eventuali imprevisti”.

A Francesco papà Matteo dedica tutto il suo tempo libero. Dopo aver gestito per qualche anno una pizzeria-ristorante ad Adrara S. Rocco, si è trasferito ad Adrara S. Martino dove, insieme ad un socio, si occupa di una pizzeria che fa prevalentemente asporto. Parallelamente però si occupa anche di un canale Youtube che ha fatto nascere 9 mesi fa: si chiama “sinapsix”, conta già più di 500 iscritti e raccoglie e divulga memoriali, storie particolari di persone, interviste, curiosità, idee da condividere per un futuro migliore ed altro ancora:

“In questo modo voglio diffondere messaggi positivi, ho capito che la gente li apprezza e ci segue con interesse. E’ un’attività che mi piace molto e spero di raggiungere a breve il migliaio di iscritti. Mi piace molto, inoltre, fare riprese col mio drone, stampare materiale in 3D, insomma ‘giocare’ con la tecnologia: spesso Francesco mi ‘assiste’, si interessa e mostra di condividere, per quello che gli è possibile, questa mia passione; e poi andiamo spesso a camminare e a giocare insieme al parco-giochi”….

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 MARZO

pubblicità