Il questionario di Proust a tutti i candidati sindaci dei Comuni al voto

Siamo ormai agli sgoccoli, il 3 e il 4 ottobre i cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere le nuove amministrazioni. Qui pubblichiamo tutti i questionari di Proust a tutti i candidati sindaci dei Comuni bergamaschi al voto.

VILMINORE DI SCALVE – LISTA “viviAMO Vilminore di Scalve”

Lucio Toninelli: “Un paese che sappia sognare”

La prima cosa che fa se viene eletto 

Per prima cosa, rivolgerei un grazie doveroso a chi mi ha trascinato e supportato in questa pazza avventura, facendomi  tornare a casa.  Poi ci si rimboccano le maniche a lavorare sul programma per rispondere alla fiducia degli elettori. È quello che si aspettano.

Il paese che vorrebbe 

Voglio un paese che sappia sognare e ritrovare collettivamente l’orgoglio di realizzare i “suoi” sogni, con o senza “aiuti dal cielo”, ma con la propria caparbietà, laboriosità e ingegno.

Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Sindaco a tempo pieno, certo! L’indennità? Penso di trovare facilmente un modo per restituirla alla collettività, devolvendola ad associazioni di volontariato.

Un motivo per cui dovrebbero votarla 

Affronterei il compito con grande umiltà, anche se credo di aver fatto con successo mestieri ben più complessi di questo. E non ho interessi personali, se non l’amore per il mio paese.

Il lato positivo del suo carattere 

L’empatia con tutti (o quasi). Girando il mondo in lungo e in largo, è una capacità che ho sviluppato che mi ha aiutato molto. 

Il suo principale difetto 

Permaloso a tratti e un po’ testardo, qb!

“Rimpianti?” 

Rimpiango di non essere rimasto in Valle (mio malgrado), o di non essere ritornato prima. 

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Boh! ghè pènsaró só, una buona causa per impiegarli la trovo di sicuro! Accetto suggerimenti!

Libro preferito 

“I fratelli Karamazov” – Ovvero la natura umana (e anche quella divina….) vivisezionate da un grande scrittore e psicologo e… un po’ psicopatico. 

Colonna sonora della sua campagna elettorale 

Il “Bolero” (di Maurice Ravel), senza esitazione. – Una musica “ostinata” come me e travolgente come mi piacerebbe essere. La metafora di un sogno individuale che diventa un obiettivo collettivo.

Film che ha amato di più 

“C’era una volta in America” –  Una radiografia impietosa e insieme pietosa, di tutte le passioni umane, buone e cattive.

Personaggio storico più ammirato 

Napoleone. – Caparbio, ardimentoso, geniale ma anche fatalista qb. Peccato avesse molti detestabili vizi francesi. E alcuni italiani. 

Il politico che detesta 

Non odio nessuno, ma trovo detestabili  i politici boriosi e arroganti, pieni di sé. Di qualunque fronte politico.

Il suo motto

” Memento audere semper”. Ovvero: “Proviamoci, dai!”. Il farlo è già una vittoria.

il punto forte del suo programma

È un programma fatto PER i cittadini, PER le famiglie che vivono il paese. Tutto il resto (turismo, agricoltura, industria, strade ecc… ) sono gli strumenti necessari per creare benessere collettivo di chi vive nella Valle. Non a caso in cima alle priorità ci sono i “servizi alla persona, la coesione sociale e la conservazione dei beni comuni: ambiente, acqua, paesaggio, memoria storica…”

——————————————————————–

VILMINORE DI SCALVE – LISTA “FARE VILMINORE DI SCALVE

Orrù: “Ho la giusta esperienza e preparazione”

La prima cosa che fa se viene eletto 

Ne ho in mente tre: la telefonata a mio padre, un grande abbraccio alle mie figlie e un bacio a mia moglie, perché loro saranno le uniche persone a cui la mia rielezione toglierà qualcosa.

Il paese che vorrebbe 

Voglio la Vilminore che sogno da bambino e per la quale abbiamo lavorato negli ultimi 5 anni: efficiente nell’erogare i servizi e nel dare risposte ai cittadini, più snella a livello burocratico, ecosostenibile e autosufficiente dal punto di vista energetico.

Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Dopo questo mio primo mandato sono ben consapevole dell’impegno che richiede fare il Sindaco e io ho sempre cercato di farlo senza risparmiarmi mai. Il Sindaco non è un impiegato aggiunto ma è necessario che conosca bene la materia amministrativa per poter coordinare tutte le attività dell’Ente e per impartire le giuste direttive per raggiungere gli obiettivi prefissati. Percepirò l’indennità che mi spetta per legge, in quanto è commisurata
all’impegno e alle enormi responsabilità che la carica comporta.

Un motivo per cui dovrebbero votarla

Il motivo lo lascio trovare agli elettori. La gente mi ha potuto conoscere e credo abbia apprezzato il mio modo di lavorare e il mio carattere fatto di pochi pregi e di tanti difetti. Ora so di avere la giusta esperienza e preparazione per affrontare nuovamente questo incarico, partendo dai punti fermi che hanno sempre caratterizzato tutto quello che faccio: passione e impegno.

Il lato positivo del suo carattere 

Guardo sempre il bicchiere mezzo pieno e mi riesce naturale cercare il lato positivo in ogni persona.

Il suo principale difetto 

Sono molto testardo ma Stefania (mia moglie) penso potrebbe rispondere con più precisione.

Il rimpianto più grande 

Non ho rimpianti perché ritengo che sia una peculiarità che appartiene a chi si guarda alle spalle e io sono abituato a guardare sempre dritto davanti a me.

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Se sono destinati al Comune di Vilminore allora sono troppo pochi per fare quello che abbiamo pensato per i prossimi 5 anni. 

Se invece quei soldi fossero solo per me allora li destinerei ad un fondo vincolato a sponsorizzare esclusivamente gli studi per le mie figlie.

Libro preferito 

Non ho libri preferiti.

Colonna sonora della sua campagna elettorale 

Sono ridondante ma io amo Battiato, quindi visto il periodo estivo direi “summer on a solitary beach”.

Film che ha amato di più 

Star Wars – guerre stellari.

Personaggio storico più ammirato 

Giovanni Paolo II.

Il politico che detesta 

La vita è bella e non vale veramente la pena perdere del tempo per odiare qualcuno.

Il suo motto

Da un grande potere derivano grandi responsabilità.

Il punto forte del suo programma

I candidati amministratori sono indubbiamente il punto forte del programma.

——————————————————————–

 ARDESIO – LISTA “ARDESIO PER TUTTI”

Yvan Caccia: “Sogno una svolta per la montagna”

La prima cosa che fa se viene eletto. 

Metto subito al lavoro la squadra dei Consiglieri, sugli Obiettivi indicati nel Programma. Iniziamo, prima del Consiglio di insediamento, con una riunione con i Funzionari Comunali per fare il punto della situazione.

Il paese che vorrebbe.

Vorrei una vera svolta per la Montagna in generale! Ad oggi abbiamo sentito solo parole al vento e non fatti concreti! Si sparla di PNRR, di Aree Interne, di fondi per i Comuni Montani, ma quali sono i veri Comuni Montani? Dobbiamo continuamente pregare perché i servizi rimangano, ma come Comuni singolarmente non abbiamo armi. Vorrei lavorare perché come Unità di Comuni, ci sia Unità d’Intenti!

Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Sindaco alla “bisogna”. Scherzo: continuerò ad avere le giornate di ricevimento, ma quelle sono solo la punta dell’iceberg. La maggior parte dell’attività si svolge o la sera o anche nelle giornate di lavoro. Una cosa positiva lasciata dalla Pandemia sono le riunioni in video. Per cui anche se materialmente non sei in Comune, svogli ugualmente l’attività.

Nessuna indennità, come per altro in tutti questi 5 anni! 80.000 € di stipendi lasciati per non aumentare le Tasse ai cittadini. Sarà così anche per i prossimi.

Un motivo per cui dovrebbero votarla.

Continuo a pensare che sia quello della qualità e quantità di lavoro e per la serietà che ho sempre messo in questa attività come nel mio lavoro. Credo nella Meritocrazia! Troppi Politici non occupano posti per il Merito od i Curricula….

Il lato positivo del suo carattere.

Penso positivo! Vedo sempre il bicchiere mezzo pieno, mai mezzo vuoto. Questo mi permette di mediare anche nelle questioni più delicate. Ed ho grande fiducia nella gente.

Il suo principale difetto.

Sono un brontolone. Anche per questo a volte suscito antipatia.

Il rimpianto più grande.

Non aver terminato gli Studi.

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Un terzo per uno ai figli, il resto in parte alle “Comunità Promozione Umana” di Don Chino Pezzoli, per il recupero delle persone con dipendenza (una vera piaga sociale), ed una parte ad uso personale.

Libro preferito.

Il Denaro “Sterco del Demonio”- di Massimo Fini

Colonna sonora della sua campagna elettorale.

Sono diviso tra una melodia romantica, tipo “Thank You” dei Led Zeppelin ed una apocalittica come “The Writing on the Wall” degli Iron Maiden.

Film che ha amato di più.

Tutti quelli ispirati ai racconti di J. R. R. Tolkien (che ho letto).

Personaggio storico più ammirato.

Alessandro Magno

Il politico che detesta.

Nessuno in particolare. Se debbo però scegliere qualcuno, dico i populisti beceri alla Grillo.

Il suo motto.

Lasa pasa so ol Sère.

Il punto forte del suo programma.

La Famiglia, non le opere, ma la Famiglia a 360 gradi. Tutte le nostre scelte partiranno da lì e saranno incentrate al soddisfacimento dei bisogni della Famiglia. Tutto il resto viene a cascata!

——————————————————————–

GORNO – LISTA “RINNOVAMENTO PER GORNO”

Calegari: “Meno liti e più condivisioni”

La prima cosa che fa se viene eletto

Una bella festa

Il paese che vorrebbe

Meno liti e più condivisioni

Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Tempo pieno. Indennità prevista dalle legge.

Un motivo per cui dovrebbero votarla

5 milioni a fondo perduto in 5 anni. 

Il lato positivo del suo carattere

Sempre disponibile

Il suo principale difetto

Un po’ testardo.

Il rimpianto più grande

Aver lasciato passare delle opportunità anche politiche. Quando passa il treno bisogna essere pronti a salire.

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Continuo a fare il sindaco, offrirei una vacanza a tutti i consiglieri, anche di opposizione, qualche aiuto ai bisognosi del paese e una mano ai miei figli. 

Libro preferito

Leggo più volentieri riviste scientifiche. 

Colonna sonora della sua campagna elettorale

Notti magiche (Nannini/Bennato)

Film che ha amato di più

Quando guardo un film di solito mi addormento.

Personaggio storico più ammirato

Papa Giovanni XXIII

Il politico che detesta

Ognuno ha la sua storia e va rispettato. 

Il suo motto

Fare goal, cioè fare qualcosa di cui resti traccia. 

il punto forte del suo programma

Una squadra di persone capaci e determinate. 

——————————————————————–

GORNO – LISTA “PROGETTO PER GORNO”

Quistini: “Gorno è meglio di quanto sembra”

La prima cosa che fa se viene eletto.

Mi metto al lavoro per la mia comunità

Il paese che vorrebbe.

Gorno è molto meglio di come è stato descritto in alcune occasioni. Naturalmente fossimo un po’ più uniti non guasterebbe.

Sindaco a tempo pieno o part-time?

Per essere libero di agire come amministratore aiuta molto “vivere” del proprio lavoro. Quando “sei” sindaco lo sei comunque h24, l’indennità è conseguente.

Un motivo per cui dovrebbero votarla

Non si vota solo un sindaco, si vota un gruppo di lavoro e questo gruppo offre molti motivi per essere votato

Il lato positivo del suo carattere

….a trovarlo!

Il suo principale difetto

Qui c’è l’imbarazzo della scelta!

Il rimpianto più grande

Rimpianti nessuno

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Investo, finanziando quattro progetti di giovani tra i 25 e 30 anni che abbiano voglia d’intraprendere e lavorare. Con progetti al tempo stesso concreti e folli.

Libro preferito

“Psicocibernetica” di Maxell Maltz ed“Elogio della follia” di Erasmo da Rotterdam.

Colonna sonora della sua campagna elettorale

A sky full of stars dei Coldplay

Film che ha amato di più

Amici miei e l’attimo fuggente

Personaggio storico più ammirato

Una piccola suora Albanese, uno studente Cinese davanti ad un carro armato e il pilota del carro armato che ha deciso di fermarsi davanti allo studente. Carità, determinazione e sacrificio.

Il politico che detesta

Le vecchie “cariatidi” che cercano di rifarsi una verginità politica dopo aver contribuito in modo determinante a devastare economicamente e moralmente il paese.

Il suo motto .

Goditi ciò che sei, è più tardi di ciò che sembra.

——————————————————————–

CASTIONE DELLA PRESOLANA – LISTA “IMPEGNO DEMOCRATICO”

Angelo Migliorati: “Ridefinire 

le competenze dei dipendenti”

La prima cosa che fa se viene eletto

Ridefinire la pianta organica del Comune e le precise competenze dei dipendenti

Il paese che vorrebbe…

Un paese sereno

Sindaco a tempo pieno o part-time. Indennità piena o ridotta?

Sindaco per tutto il tempo che serve e con adeguata indennità.

Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Per concludere i progetti in corso ed evitare il commissariamento del comune

Il lato positivo del suo carattere

Sono una persona positiva

Il suo principale difetto.

Non dimentico

Il rimpianto più grande.

Non ne ho

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Li uso per una bella vita da pensionato

Libro preferito

Il trono di spade

Colonna sonora della sua campa”gna elettorale

Nada te turbe

Film che ha amato di più

Guerre stellari

Personaggio storico più ammirato

Avv. Giorgio Ambrosoli

Il politico che detesta

Nessuno

Il suo motto

Dio vede e Dio provvede

Il punto forte del suo programma

La casa di ricovero a Bratto

——————————————————————–

GROMO – LISTA “GROMO DA VIVERE”

Sara Riva: “Vorrei un paese unito…”

 

La prima cosa che fa se viene eletta?

Ringrazio gli elettori 

Il paese che vorrebbe?

Unito

Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Stra…pieno – piena

Un motivo per cui dovrebbero votarla?

L’impegno, la passione e i risultati dimostrati in questi anni

Il lato positivo del suo carattere?

Sono determinata

Il suo principale difetto?

Sono testarda

Il rimpianto più grande?

Non ho rimpianti 

Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Un fondo pensione

Libro preferito?

L’arte del dubbio di Carofiglio

Colonna sonora della sua campagna elettorale?

Sono sempre i sogni a dare forma al mondo – Ligabue 

Film che ha amato di più?

Davanti a un film mi addormento 

Personaggio storico più ammirato?

Falcone

Il politico che detesta ?

Di Maio

Il suo motto?

Subito è già troppo tardi

Il punto forte del suo programma?

Riqualificazione immobile piazza Franzini

——————————————————————–

COSTA VOLPINO – LISTA “COSTA VOLPINO CAMBIA OLTRE”

Federico Baiguini: “Servizi di qualità”

1) La prima cosa che fa se viene eletto

Completare il PGT dove sono contenute risposte per i cittadini e ripartire alla grande per la realizzazione dei progetti già finanziati per la realizzazione del nuovo plesso scolastico della frazione del Piano, la riqualificazione della zona dei portici a Corti, la riapertura della via Macallè di collegamento con Lovere. Abbiamo tempi da rispettare per realizzare questi interventi e non possiamo permetterci di non cogliere queste opportunità.

2) Il paese che vorrebbe

Un paese accogliente, capace di investire per dare servizi di qualità ai cittadini. Per noi è importante continuare ad essere un paese dinamico anche dal punto di vista demografico e quindi capace di dare risposte alle necessità delle famiglie

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Sindaco a tempo pieno e quindi indennità piena. A mio avviso è giusto che il lavoro venga riconosciuto.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla

L’impegno e la dedizione profusa in questi anni, io e il mio gruppo siamo la continuità di un percorso che ha portato frutti e continuerà a portarli al proprio territorio. Abbiamo dimostrato che il paese unito può raggiungere risultati importanti, può continuare ad essere riferimento e raggiungere risultati ambiziosi.

5) Il lato positivo del suo carattere

Sono determinato e metto entusiasmo in quello che faccio. Sono sempre disponibile al dialogo e ad ascoltare.

6) Il suo principale difetto

Sono testardo e poi sicuramente ci sarà altro.

7) Il rimpianto più grande

Mi sono sposato a 33 anni, dopo essermi laureato e dopo aver avviato la mia professione da architetto, tornassi indietro lo farei prima.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Non penso mi capiterà mai e se capitasse ci penserò. Preferisco guardare alle cose concrete e fare con quello che ho.

9) Libro preferito

“L’architettura della città” di Aldo Rossi, è sul mio comodino e lo sto rileggendo. Mi stupisce la genialità di alcuni autori.

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale

“We will rock you” dei Queen, mi ha accompagnato sul palco per la presentazione della nostra lista Costa Volpino Cambia durante la serata al cinema Iride.

11) Film che ha amato di più

Il postino. Mi ha colpito la storia di due uomini tanto diversi, il poeta Pablo Neruda e il postino interpretato da Troisi che diventano amici.

12) Personaggio storico più ammirato

Ce ne sono molti: nel nostro paese abbiamo tantissime figure di spicco che ci hanno fatto eccellere in tutto il mondo. Dovessi dirne uno inizierei da Dante Alighieri di cui quest’anno ricorre il 700° dalla morte.

13) Il politico che detesta

Nessuno, piuttosto detesto un certo modo di fare politica, quando si antepone la sterile critica agli altri, più che mai oggi abbiamo bisogno di idee, di risposte per le persone.

14) Il suo motto

Andare oltre, è legato alla voglia di continuare e in questo particolare momento storico alla voglia di oltrepassare le difficolta, i momenti difficili per ripartire con nuove avventure.

15) il punto forte del suo programma

Ci sono tanti punti concreti e importanti nel nostro programma, tanti obiettivi già finanziati che aspettano di essere realizzati. Sicuramente la costruzione del nuovo plesso delle scuole primarie della frazione del Piano è un progetto importante, finanziato dal Ministero, un progetto fondamentale che darà risposte a tutto il paese. Un punto di inizio, si fa per dire, del tanto lavoro che ci sarà da fare.

——————————————————————–

COSTA VOLPINO – LISTA “IDEA CIVICA”

Nicola Facchinetti: “Abbiamo idee vincenti”

1) La prima cosa che fa se viene eletto

Convocare dei tavoli di confronto con associazioni, commercianti, professionisti, imprenditori e oratori per costruire insieme un’agenda delle priorità partendo dalle idee che proponiamo nel nostro programma.

2) Il paese che vorrebbe

Un Paese con una miglior qualità di vita sviluppata in modo partecipato da tutta la comunità.

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Un Comune così complesso e articolato come il nostro ha bisogno di un Sindaco a tempo pieno che sia presente tutti i giorni, quindi con indennità piena, così che possa lavorare H24 per il bene di Costa Volpino.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla

Perchè amo il mio Paese e penso che le idee di futuro che abbiamo messo sul tavolo siano quelle vincenti e comunque andrà questa sfida, io ci sarò sempre per Costa Volpino.

5) Il lato positivo del suo carattere

Sono una persona che sa ascoltare le idee di tutti e cogliere il meglio da ogni situazione.

6) Il suo principale difetto

I difetti li lascio dire a chi mi conosce, qualcuno mi ha detto che per questa carica sono troppo giovane e dovevo aspettare.

7) Il rimpianto più grande

Non aver mai fatto un’esperienza di vita all’estero.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Finisco di ristrutturare casa, estinguo il mutuo e giro il mondo con la mia compagna, poi torno e metto su famiglia.

9) Libro preferito

Robinson Crusoe di Daniel Defoe.

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale

‘Siamo chi siamo’ di Ligabue.

11) Film che ha amato di più

Tutti i Bud Spencer e Terence Hill. Con mio nonno non ne perdevamo uno anche se era la centesima replica.

12) Personaggio storico più ammirato

Nikola Tesla, uno dei più grandi scienziati e inventori della storia.

13) Il politico che detesta 

Quello che cambia casacca in continuazione pur di avere una sedia.

14) Il suo motto 

Ricorda che il destino di tutti dipende sempre dalle azioni del singolo.

15) Il punto forte del suo programma

Il centro diurno per anziani è un’esigenza fisiologica della nostra comunità mentre la nuova strada che proponiamo è il progetto più lungimirante per il futuro di Costa Volpino.

—————————————————————–

CHIUDUNO – LISTA “NEMBRINI SINDACO”

Piermauro Nembrini: “Diamo continuità al lavoro di dieci anni”

1) La prima cosa che fa se viene eletto

Dare continuità alla vita amministrativa e partire con il progetto del nuovo comune.

2) Il paese che vorrebbe

Con le opere previste nel programma elettorale.

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Part time, indennità ridotta.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla

Per continuare il lavoro svolto in questi dieci anni e perché sono l’unico candidato.

5) Il lato positivo del suo carattere

Caparbio e determinato.

6) Il suo principale difetto

Impulsivo e poco paziente.

7) Il rimpianto più grande

Non avere proseguito gli studi.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Viaggi… viaggi.

9) Libro preferito

L’autore John Grisham, mi piacciono tutti i suoi libri.

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale

“Siamo solo noi”. 

11) Film che ha amato di più

“Into the wild”.

12) Personaggio storico più ammirato

Giulio Cesare.

13) Il politico che detesta 

Tutti i dittatori, sia di destra che di sinistra.

14) Il suo motto 

“Un bel tacer non fu mai scritto”.

15) Il punto forte del suo programma

Il completamento della piazza e il percorso skyfitness.

—————————————————————–

CAROBBIO – LISTA “INSIEME PER CAMBIARE – DARIO SINDACO”

Dario Ondei: “Vorrei un paese vivace”

1) La prima cosa che fa se viene eletto

Parlo con i dipendenti, uno per uno, per essere informati su chi fa cosa, carichi di lavoro, carenze e criticità, e dire loro delle aspettative della mia amministrazione. Covid permettendo, il palazzo comunale deve tornare ad essere “trasparente” e vivo, rispondendo, nel limite del possibile, con tempestività ai bisogni e limitando la burocrazia. Prime opere, l’eliminazione della pericolosa rotonda in via Gavazzoli, che obbliga i tanti tir che la impegnano a percorrerla contromano e taluni dossi stradali a loro volta pericolosi e fuori norma.

2) Il paese che vorrebbe

Un comune con più partecipazione alla cosa pubblica, ora vista unicamente come onere da lasciare ad altri. Un paese con un centro vivace, una piazza viva e arredata, con commerci e bar con tavolini all’aperto, come nei comuni del circondario e altrove.

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

A tempo pieno se occorre. Indennità come per legge.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla

La dimostrata positività e la propositività nell’affrontare le questioni nell’interesse dell’ente, la disponibilità, l’impegno, l’imparzialità e i risultati che caratterizzano oltre 33 anni di attività pubblica come tecnico comunale e che intendo replicare in veste di amministratore.

5) Il lato positivo del suo carattere

L’essere alla mano… come si usa dire. Disponile al dialogo e all’ascolto.

6) Il suo principale difetto

L’essere suscettibile di fronte a futili pretesti o evidenti bugie e prepotenze.

7) Il rimpianto più grande

Non ho rimpianti degni di nota, ho vissuto quello che la vita mi ha dato in semplicità, ancorato ai valori della famiglia. Sono diretto e schietto, dico sempre quello che penso. Quando ho sbagliato, e mi è capitato come a chiunque, ho chiesto semplicemente scusa e riparato il danno.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Compro una baita di montagna, di alta montagna, la sistemo e mi ci trasferisco. Amo la montagna in tutte le sue vesti e versioni e la frequento.

9) Libro preferito

“Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach. È datato, ma ricordo ancora le emozioni che mi ha trasferito.

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale

“The Mission” di Ennio Morricone.

11) Film che ha amato di più

“Mediterraneo” di Gabriele Salvatores.

12) Personaggio storico più ammirato

Giuseppe Garibaldi, l’eroe dei due mondi.

13) Il politico che detesta 

Nessuno in particolare. Ma se dovessi proprio scegliere, qualcuno tra magistrati e sindacalisti che poi sono finiti in politica, compromettendone la credibilità.

14) Il suo motto 

Poche cose, ma fatte bene e finite.

15) Il punto forte del suo programma

Voler dare e desiderare una ‘piazza’ vera per il paese. Da troppi anni se ne parla in modo inconcludente e propagandistico. Lo vorrei fare in concorso di idee, non con un progetto calato dall’alto. Ben venga la partecipazione.

—————————————————————–

CAROBBIO – LISTA “INSIEME PER LA COMUNITA'”

Giuseppe Ondei: “Vorrei un paese unito. Lavori? Il campo e la piazza”

1) La prima cosa che fa se viene eletto

Riprendere il lavoro già cominciato in questi cinque anni.

2) Il paese che vorrebbe

Vorrei un paese socialmente unito con la massima condivisione tra amministrazione e cittadini.

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

Sindaco a tempo pieno con indennità piena.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla  

Per il lavoro che io e il mio gruppo abbiamo portato a termine in questi cinque anni e per il programma di lavoro che abbiamo per i prossimi cinque. 

5) Il lato positivo del suo carattere   

L’ottimismo che ho nell’affrontare i vari problemi quotidiani.

6) Il suo principale difetto

Mi arrabbio facilmente verso le persone maleducate che non rispettano il bene pubblico.

7) Il rimpianto più grande

Non ho rimpianti per i cinque anni appena trascorsi.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Nessuno ti regala niente oggi, ma se dovessi avere dei denari sicuramente aiuterei il mondo del volontariato che giornalmente lavora sul territorio.

9) Libro preferito

Il nome della rosa di Umberto Eco.

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale

Children di Robert Miles.

11)  Film che ha amato di più

Il bambino con il pigiama a righe. 

12) Personaggio storico più ammirato

Cavour.

13) Il politico che detesta 

Colui che guarda i suoi interessi e non quelli della Comunità.

14) Il suo motto

Lavorare ogni giorno per la comunità che rappresento.

15) Il punto forte del suo programma

I punti più importanti del programma sono il nuovo campo da calcio sintetico nel centro sportivo, l’illuminazione a led per tutto il territorio comunale, la riqualificazione energetica del plesso scolastico e la realizzazione della piazza.

—————————————————————–

SAN PAOLO D’ARGON – LISTA “lEGA SALVINI  PER FRASSINI SINDACO”

Frassini: “Mi infastidisce l’ipocrisia delle persone e spesso il fastidio traspare”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Formare una squadra con persone competenti, affinché ciascun punto del nostro programma possa trovare effettiva attuazione.

  1. Il paese che vorrebbe.

Un paese dinamico, sicuro e virtuoso; un paese che sia permeato dall’armonia sociale.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Sindaco a tempo pieno, con presenza giornaliera negli uffici comunali; indennità di funzione prevista dalla legge, poiché la sua riduzione è, semplicemente, demagogia.

 

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Perché prima di assumere qualsiasi decisione ascolto, studio e mi confronto con la mia squadra: ed è così che agisco ogni giorno, nello svolgimento dell’attività di imprenditore.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Non mi irrigidisco sulle mie personali convinzioni; preferisco valorizzare le competenze di tutti, per poi ricercare nel confronto e nella sintesi la miglior decisione possibile.

  1. Il suo principale difetto.

Tendo a infastidirmi di fronte alla ipocrisia delle persone, e spesso il fastidio traspare.

  1. Il rimpianto più grande.

Non avere conseguito la laurea.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Ne donerei la metà ai più bisognosi.

  1. Libro preferito.

“I pilastri della Terra”, romanzo storico di Ken Follett.

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“Nessun dorma” della “Turandot” di Giacomo Puccini.

  1. Film che ha amato di più.

“Il nome della rosa” di Jean-Jacques Annaud.

  1. Personaggio storico più ammirato.

Caio Giulio Cesare.

  1. Il politico che detesta.

Il politico che dice e promette, ma non fa e non mantiene.

  1. Il suo motto.

“Meglio tacere e dare l’impressione di essere stupidi, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio!”.

  1. Il punto forte del suo programma.

Il nostro programma non ha un “punto forte”. I suoi sei punti sono, tutti, egualmente importanti: perché non assumono a riferimento singoli settori, bensì le persone. E le persone, con le loro differenti esigenze, non possono certo essere graduate nell’importanza.

 

—————————————————————–

SAN PAOLO D’ARGON – LISTA “L’ALVEARE”

Zanotti: “Il nome della rosa e… le persone al centro del progetto”

Zanotti: “Il nome della rosa e… le persone al centro del progetto”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Condivido la gioia con la mia famiglia, il gruppo dell’Alveare, poi tutti al lavoro, i punti del programma sono molti.

  1. Il paese che vorrebbe.

Un paese a misura d’uomo, inclusivo e verde.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Il punto non è full-time o part-time, il punto è come si impiega il tempo. Si può essere efficienti a tempo ridotto ed inefficienti a tempo pieno; quindi il tempo  necessario. L’ultima Amministrazione ha percepito le indennità minime previste dalla legge.  

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Sono un ammistratore e cittadino che vive San Paolo d’Argon.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Sono molto disponibile e conciliante.

  1. Il suo principale difetto.

Non mi piace ammettere di aver sbagliato, sono impulsivo, anche se ho imparato a prendere un po’ di tempo prima di decidere.

  1. Il rimpianto più grande.

Qualche delusione ma nessun rimpianto.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Donerei una parte sicuramente in beneficenza, il denaro è importante, non fondamentale.

  1. Libro preferito.

“Il nome della rosa”.

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“No surrender”, Bruce Springsteen.

  1. Film che ha amato di più.

“Forrest Gump”, per la semplicità e l’ingenuità del personaggio. 

  1. Personaggio storico più ammirato.

San Giovanni XXIII.

  1. Il politico che detesta.

Quello che parla per proclami e frasi fatte.

  1. Il suo motto.

Il tempo è galantuomo.     

  1. Il punto forte del suo programma.

I temi sociali, le persone al centro del progetto. Il periodo storico che stiamo vivendo legato alla pandemia, è simile ad una guerra  fortunatamente senza armi, che ha modificato  le nostre abitudini  e  i nostri stili di vita rendendoci più fragili. Dovremo ricostruire quella rete di relazioni che formano un sano  tessuto sociale. Non trascureremo inoltre la sicurezza collaborando con la polizia locale, l’urbanistica con l’attenzione al centro storico, l’ambiente stimolando le potenzialità del PLIS e l’Oasi del Seniga e la viabilità immagiando una mobilità sostenibile.

—————————————————————–

ALBANO S. ALESSANDRO – LISTA “ALBANO 2.0”

Epis: “Un sindaco lo è 24 ore al giorno. Ci metto passione e competenza”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Aprire il centro anziani e riprogrammare la casa famiglia per gli anziani; confrontarsi con ATS per problema medici di base in paese.

  1. Il paese che vorrebbe.

Vorrei un paese normale, decoroso, con qualche attività commerciale in più che possa soddisfare le esigenze dei cittadini.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Un sindaco lo è 24 ore al giorno, non è una questione di soldi…

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Ci metto passione e competenza.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Sono positivo.

  1. Il suo principale difetto.

Sono un po’ permaloso.

  1. Il rimpianto più grande.

Non aver mai comprato la Villa Salvi e i terreni vicini.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Se regalano un milione al Comune costruisco parte del Palatenda della cultura e acquisto l’immobile limitrofo alla biblioteca comunale.

  1. Libro preferito.

Il Calepino (il dizionario più vecchio del mondo, ne colleziono da anni copie antiche).

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“Il gladiatore” di Hans Zimmer.

  1. Film che ha amato di più.

“Le ali della libertà”.

  1. Personaggio storico più ammirato.

Salvador Dalì.

  1. Il politico che detesta.

Non detesto nessuno, ma mi piacciono amministratori che portano avanti la politica del FARE.

  1. Il suo motto.

Andiamo avanti.

  1. Il punto forte del suo programma.

Un programma generale importante con alcuni punti in diversi ambiti e soprattutto sulle opere pubbliche e la scuola; ultimazione del progetto di ristrutturazione antisismica della scuola Primaria; progettazione del Palatenda della cultura; un ambulatorio in centro paese con un infermiere sul territorio per anziani e per chi ha necessità; controllo del territorio per aumentare la sicurezza con l’implemento dei Vigili e la collaborazione con Carabinieri e Guardia di Finanza; tenere sempre tutelata la valle d’Albano e la collina di San Giorgio.

—————————————————————–

ALBANO BASTA – QUESTIONARIO DI PROUST

Barcella: “La ‘Albano Card’. Aiutare tutti e non sempre gli stessi”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Sostegni immediati alle famiglie.

  1. Il paese che vorrebbe.

Vorrei vedere camminare spensieratamente le famiglie per le vie di Albano.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Albano deve avere un sindaco a tempo pieno. L’indennità sicuramente non verrà aumentata. 

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Ho veramente tanto da dare al paese.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Carismatico.

  1. Il suo principale difetto.

Esuberante. 

  1. Il rimpianto più grande.

Aver atteso troppo per formare la mia famiglia.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Una parte li investirei, una parte per gli studi dei miei figli e una buona parte aiuterei i miei famigliari.

  1. Libro preferito.

“Il Trono di Spade”. 

  1. -Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“Mille”. 

  1. Film che ha amato di più.

Rocky I, II, III, IV. 

  1. Personaggio storico più ammirato.

Papa Wojtyla. 

  1. Il politico che detesta.

Renzi. 

  1. Il suo motto.

Aiutare tutti e non sempre gli stessi.

  1. Il punto forte del suo programma.

Sicuramente non le solite promesse elettorali o le classiche liste della spesa ma sostegni concreti ed immediati.

Scuola:  tutti gli alunni e studenti di Albano, dalla scuola Materna agli universitari, erogheremo un buono da 50 euro annuale da spendere esclusivamente nei negozi di Albano per il materiale didattico (libri, quaderni, pennarelli, pastelli ecc..);

Sport: incentiveremo lo sport a 360° praticato ad Albano, erogando un voucher che copre il 50% delle spese sostenute dalle famiglie;

Ambiente: nell’ottica di rivedere la TARI, aiuteremo immediatamente le famiglie di Albano consegnando il kit ecologico formato da sacchi per umido, secco e plastica;

Sociale: per tutti i giovanotti dai 60 anni in su daremo un buono spesa da 35 euro annuale da spendere nelle farmacie di Albano. Metteremo a disposizione a tutti gli anziani un ufficio di riferimento del Comune ed un numero dedicato dove poter chiedere assistenza (esempi: per i pagamenti delle bollette per evitare code alle poste, prenotazioni esami, certificati digitali ecc…). Saranno comprese diverse iniziative gratuite (ginnastica dolce, ginnastica posturale ecc..) per favorire l’attività fisica dei nostri cari in età avanzata; Imprese: per tutte le imprese presenti sul territorio di Albano ci saranno sgravi sul pagamento IMU.

Per un nuovo inizio: metteremo a disposizione ad ogni famiglia la ALBANO CARD caricata di 50 euro annuale per ogni componente del nucleo famigliare (esempio: una famiglia formata da 4 persone avrà a disposizione 200 euro), spendibile esclusivamente ad Albano nei negozi, bar, ristoranti, parrucchieri, estetista, fiorai, ecc. (esclusi i supermercati).

Dove troveremo le risorse? Grazie ai tagli agli sprechi, grazie al ridimensionamento degli aiuti verso le solite persone, grazie all’astenersi nel fare spese folli in opere pubbliche utilizzate da pochissimi! Siamo orgogliosi di queste iniziative concrete ed immediate che farà solo del bene al paese.

—————————————————————–

RIPARTI ALBANO – QUESTIONARIO DI PROUST

Zanga: “Sono accomodante con tutti. Nessuno si sentirà lasciato solo”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Cambierò un senso unico e i tempi di un semaforo.

  1. Il paese che vorrebbe.

Più pulito e più controllato.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Abito e lavoro ad Albano. Sarò per forza di cose a tempo pieno, anche quando non sarò in Comune. Indennità: non conosco i valori.

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Perché mi hanno già conosciuto da sindaco.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Accomodante con tutti.

  1. Il suo principale difetto.

Non porgo l’altra guancia.

  1. Il rimpianto più grande.

Nessuno.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Una casa per i miei figli e per i miei nipoti.

  1. Libro preferito.

“Il cacciatore di aquiloni”.

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

Non ho colonne sonore. 

  1. Film che ha amato di più.

“Le Crociate”. 

  1. Personaggio storico più ammirato.

Winston Churchill.

  1. Il politico che detesta.

Beppe Grillo è un politico ? Se sì, non mi piace.

  1. Il suo motto.

È meglio essere odiati per ciò che siamo, che essere amati per la maschera che portiamo.

  1. Il punto forte del suo programma.

Nessuno particolarmente più forte degli altri, di certo nessuno si sentirà lasciato solo.

—————————————————————–

ALBANO CAMBIA – QUESTIONARIO DI PROUST

Morosini: “Obiettivo ambizioso ma possibile: cambiare Albano in meglio”

1) La prima cosa che fa se viene eletto.

Ringrazio gli elettori e la lista Albano Cambia, chiedo agli altri membri del Consiglio Comunale un tavolo di confronto per pianificare il cambiamento a lungo termine del paese raccogliendo quanto ci unisce.

2) Il paese che vorrebbe.

Una Albano vicina alla sua gente, bella, verde, sicura e ricca di eventi.

3) Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Mi vedo come sindaco 24 ore al giorno. L’indennità piena, ma è l’ultimo dei problemi del nostro paese; piuttosto è importante l’impegno e non sprecare le risorse in tutte le voci di bilancio per dare slancio al paese.

4) Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Non cerco protagonismo, non ho interessi personali, sono la punta di un iceberg formato da assessori, consiglieri, tecnici e da tutti coloro che vorranno mettersi a servizio della nostra comunità. Io e la mia lista vogliamo lavorare per un obiettivo forse ambizioso ma sicuramente possibile: cambiare Albano, cambiarlo in meglio.

5) Il lato positivo del suo carattere.

Socievole, mi dicono che sia facile interagire con me e che è facile dialogare e sentirsi ascoltati e compresi.

6) Il suo principale difetto.

Sono testardo ma, forse, per amministrare può essere utile.

7) Il rimpianto più grande.

Vivo senza rimpianti, agisco seguendo le mie intuizioni, le mie idee e le emozioni con uno sguardo positivo verso il futuro. Faccio tesoro degli errori passati, ma vivo al meglio le scelte intraprese, soprattutto se condivise con altri.

8) Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Saluto tutti. Scherzo! Ringrazio e mi chiedo se rientra in qualche vincolo di bilancio e li investo nei nostri progetti, niente assistenzialismo ma progetti concreti.

9) Libro preferito.

Questa la domanda più difficile, sono davvero tanti i testi significativi, ma scelgo “Lettera a una professoressa” di don Milani ed il suo motto “I CARE”: mi sta a cuore-mi interessa! 

10) Colonna sonora della sua campagna elettorale.

 “Rinascerò Rinascerai” è una canzone nata a sostegno dell’emergenza, ma carica di speranza e di voglia di cambiamento.

11) Film che ha amato di più.

“L’attimo fuggente”, chiede una lettura approfondita dei temi proposti: l’educazione, la famiglia e la scuola; sono temi a me molto cari.  Ma anche “Matrix”, che propone i problemi della verità, della conoscenza e del rapporto uomo-tecnica; sembra solo un film d’azione invece è molto filosofico e riflessivo.

12) Personaggio storico più ammirato.

Papa Giovanni XXIII, cresciuto in una famiglia di contadini, il futuro Papa riuscì a completare la propria formazione grazie al sostegno di molti. Ricevette vari incarichi in ambito diplomatico proprio grazie alla sua affabilità, eloquenza e apertura al dialogo.

13) Il politico che detesta.

Cito Bertolt Brecht in L’analfabeta politico: “il peggiore di tutti i banditi, che è il politico imbroglione, il mafioso corrotto, il lacchè delle imprese nazionali e multinazionali”.

14) Il suo motto.

“Chi non osa nulla non speri in nulla”, ossia non prevarrà la lamentela, il disimpegno e il disfattismo. Ottimismo e voglia di lavorare consentono di trovare soluzioni.

15) Il punto forte del suo programma.

 TUTTI. Albano è un paese con parecchie esigenze e concentrarsi su una sola cambierebbe poco la situazione. Elenco i punti principali: riportare ad Albano il suo teatro per chi vuole creare e condividere cultura: musica, danza e arte; una videosorveglianza efficace delle aree urbane soprattutto nelle ore notturne; costante manutenzione e pulizia delle aree gioco e delle zone verdi; interventi efficaci di prevenzione al dissesto idrogeologico con particolare attenzione alle zone già colpite da allagamenti; servizio di polizia locale sul territorio potenziato e attivo anche la sera; una soluzione all’annoso problema del passaggio a livello e dei tempi di attesa sempre più dilatati, in collaborazione con tutti gli enti coinvolti; collaborazione attiva e destinazione di risorse all’oratorio per la sua importanza nella vita del paese; sostegno alla maternità con servizi specifici per la conciliazione famiglia e lavoro; riqualificazione degli edifici e del patrimonio edilizio esistente anche incentivando l’utilizzo dei bandi pubblici ; abbattimento delle barriere architettoniche; priorità alla casa-famiglia, che diventi uno spazio accogliente e funzionale per i nostri anziani e per le persone diversamente abili; tavolo di coordinamento con le associazioni e stanziamento fondi mirati alla realizzazione di progetti verificabili e concreti; potenziamento dello sportello lavoro per favorire l’incontro tra domanda/offerta di lavoro sul territorio, anche attraverso incentivi per le aziende virtuose; le attività produttive del territorio di ogni genere saranno considerate importanti e necessarie per il Comune affinché mantengano vivo il tessuto socio lavorativo.

 

—————————————————————–

“BERTOCCHI SINDACO” – QUESTIONARIO DI PROUST

Camillo Bertocchi… ‘Benso di Cavour’: “Troppa superficialità, impreparazione e lassismo nella politica”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Riunione con assessori, consiglieri e dipendenti per programmare le azioni da intraprendere nei prossimi tre mesi, nel prossimo anno e nei prossimi cinque anni, per dare subito visione e attuazione al programma.

  1. Il paese che vorrebbe.

Non diverso da quello che c’è: coeso e solidale, magari con una maggiore consapevolezza di quanto sia bello e necessario donare un po’ di sé stessi agli altri.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

L’indennità di un sindaco non consente di mantenere la famiglia ed è necessario lavorare oltre l’impegno politico, anche per non perdere la professionalità acquisita. Essendo un dipendente, l’indennità è ridotta e pari a netti 833 euro mensili.

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Penso che abbiamo dimostrato affidabilità, serietà e concretezza nel raggiungimento degli obiettivi prefissati e in un momento storico come questo serve reattività e competenza, qualità che riteniamo di poter garantire.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Mi piace stare in mezzo alla gente.

  1. Il suo principale difetto.

A volte prendo troppo a cuore le cose ed in un impegno così gravoso non sempre è produttivo.

  1. Il rimpianto più grande.

Sinceramente non ne ho.

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Lo investirei in un progetto sulle rinnovabili. Una cosa che mi attira da sempre.

  1. Libro preferito.

“Alzano nei Secoli” di A. Mandelli. Scorrevole e soprattutto utile a vivere in pienezza la mia passione.

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“Be Yourself” degli Audioslave. La canzone si conclude dicendo “Tu potresti vincere o perdere. Ma essere te stesso è tutto ciò che puoi fare”.

  1. Film che ha amato di più.

“La vita è bella” di Benigni. Da lì anche la simpatia per il nome Giosuè, che abbiamo dato al mio secondo figlio.

  1. Personaggio storico più ammirato.

Camillo Benso conte di Cavour, politico e stratega di grande visione e temperamento in un periodo storico complesso.

  1. Il politico che detesta.

Non detesto nessuno. Ci sono politici che amo meno. Diversamente da anni fa, non è tanto il diverso pensiero che non me li fa amare, ma l’indolenza. Troppa superficialità, impreparazione e lassismo nella politica. Quelli non mi piacciono.

  1. Il suo motto.

Chi ha tempo non aspetti tempo!

  1. Il punto forte del suo programma.

Il programma… Mi spiego: ogni indicazione contenuta nel programma è frutto di analisi, confronto e programma di azione, affinché non sia una semplice promessa, ma qualcosa di effettivamente realizzabile entro un determinato arco temporale. Questo è il metodo che ci ha consentito di svolgere così tante azioni in questi cinque anni e il metodo che useremo anche per i prossimi. I temi sociosanitari, culturali, ambientali e di sicurezza sono i principali.

—————————————————————–

 

“ALZANO FUTURA” – QUESTIONARIO DI PROUST

Mario Zanchi: “Chiudiamo i cantieri delle rotonde e apriamo quelli dei servizi”

  1. La prima cosa che fa se viene eletto.

Stapperò una bottiglia di buon vino con la squadra e la mia famiglia e inviterò la cittadinanza ad unirsi a noi!!! Il giorno successivo incontrerò il personale dipendente del Comune. Il loro coinvolgimento attivo e la valorizzazione del merito è fondamentale per il buon funzionamento della macchina organizzativa della città. 

  1. Il paese che vorrebbe.

Cito una poesia di Cesare Pavese che amo tanto e rispecchia la mia idea di paese, parla di radici e di accoglienza: “Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.

  1. Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta? 

Fare il sindaco di una città come Alzano necessita di un impegno a tempo pieno. Se sarò eletto mi  organizzerò per essere in tempi brevi libero da impegni lavorativi e trascorrere tutta la giornata al servizio della comunità.

  1. Un motivo per cui dovrebbero votarla. 

Perchè sono una persona onesta che ama il suo paese e ritengo di avere maturato in questi anni di esperienza in Consiglio comunale di minoranza un buona conoscenza delle necessità e potenzialità di questo paese.

  1. Il lato positivo del suo carattere.

Non spetta di certo a me segnalarlo, ma credo che sia la volontà e la capacità di ascoltare le persone.

  1. Il suo principale difetto.

Ne ho ma li tengo per me!

  1. Il rimpianto più grande.

Non è nel mio carattere aver rimpianti. Mi piace guardare avanti tenendo ben presente ciò che il passato mi ha insegnato.   

  1. Le regalano un milione di euro, cosa ne fa? 

Non credo nei regali così generosi. Tutto ciò che ho ottenuto sino ad ora l’ho guadagnato con impegno e sacrificio.

  1. Libro preferito.

“Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupery, perchè anche se viene spesso considerato un libro per bambini per la semplicità della sua narrativa, tratta temi profondi, come il senso della vita, l’amore, la solitudine e la perdita.

  1. Colonna sonora della sua campagna elettorale.

“High Hopes” di Frank Sinatra modificata per la campagna elettorale di John F. Kennedy nel 1960, ovviamente al posto di Jack metterei Mario! Tutti votano per Mario!!!

  1. Film che ha amato di più.

“L’attimo fuggente”, perchè il film porta al centro temi profondi, riflessioni intime sul tempo che passa, sulla scoperta di sé, sulla capacità di guardare il mondo, le situazioni, se stessi da altre angolazioni.

  1. Personaggio storico più ammirato.

Il Rinascimento, perchè fu un periodo di grande splendore per l’Italia, con una grande fioritura delle arti e delle lettere, dove vissero un’incredibile varietà di artisti, scrittori e poeti universali. Leonardo da Vinci, pittore della Gioconda, dell’Ultima Cena, dell’Uomo Vitruviano, suscita la mia ammirazione insieme a Michelangelo con la sua Pietà, il David, la volta della Cappella Sistina. “Capitale italiana della cultura Bergamo e Brescia”, se vinceremo, Alzano parteciperà attivamente a questa nuova fase di “riscatto e rinascita”,attraverso la valorizzazione e l’incremento della fruizione del patrimonio culturale.

  1. Il politico che detesta.

Non detesto nessuno e nemmeno i personaggi politici. Non condivido però le politiche di destra.

  1. Il suo motto.

Nel nostro programma c’è scritto: “Chiudiamo i cantieri delle rotonde e apriamo quelli dei servizi”.

  1. Il punto forte del suo programma.

Mettere al centro le persone, e per me significa prima di tutto metterle in grado di comunicare bene. Coerenza e armonia in un insieme di responsabilità reciproche guideranno la mia squadra. Trasparenza, partecipazione, efficienza, generosità, onestà saranno i principi guida della mia squadra.