VIGOLO – Si riparte nel segno de ‘La Bratta’, ristorante ‘comunale’, verrà gestito da due toscani

A Vigolo ha riaperto il ristorante “La Bratta”, che era chiuso da sei anni. Dopo diverso tempo di inattività, il ristorante ha potuto tornare al lavoro grazie alla nuova gestione. Una riapertura che frutterà sicuramente un numero maggiore di turisti per il comune di Vigolo, c’è, dunque, molta soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale: “Venerdì 30 abbiamo riaperto un ristorante comunale, chiamato “La Bratta”, che era chiuso da sei anni – spiega il sindaco di Vigolo Gabriele Gori. I gestori seguiranno tutte le normative anti-contagio. Siamo molto soddisfatti di questo, perché in un periodo così difficile per tutti, è bello veder ripartire quest’attività. Speriamo che ci siano delle belle giornate, così da poter sfruttare al massimo gli spazi messi a disposizione dalla struttura. Il ristornate verrà riaperto da due persone di origine Toscana che sono venuti a vivere nel comune di Vigolo. Il locale di proprietà del comune, è una struttura  creata nel 1995 per sviluppare il turismo. È posto sotto la pineta, in modo che i turisti possano fermarsi a mangiare dopo una passeggiata. Per diverse vicissitudini, il ristorante era stato costretto a chiudere sei anni fa. Abbiamo riscontrato diverse difficoltà per riattivarlo, ma finalmente siamo riusciti a darlo in gestione. Per il turismo è un grosso passo in avanti, perché mette a disposizione una struttura adibita ai visitatori. Speriamo che la bella stagione dia la possibilità di sfruttare al meglio questo spazio. Come amministrazione comunale siamo molto contenti, come, tra l’altro, lo sono i nostri cittadini. Spero che il ristornate possa avere tante prenotazioni, sarebbe una soddisfazione doppia”. Partiranno a breve anche diverse opere, che prevederanno la sistemazione del paese….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 MAGGIO