TRESCORE – LA MAGGIORANZA ‘WEDDING PLANNER’ La Giunta batte cassa sugli… sposi. “Ci si potrà sposare anche fuori dal municipio, in 4 location diverse, con un contributo di 500 euro”

In tempo di crisi bisogna fare di necessità virtù ed anche le amministrazioni comunali le stanno pensando tutte per raggranellare qualche euro extra i più, valutando soprattutto i tagli di Regione e Stato che ogni anno diventano sempre più importanti.

Così a Trescore Balneario il sindaco Donatella Colombi e la sua giunta hanno deciso di sfruttare veramente il territorio e avviare un’iniziativa che sta già riscuotendo grande successo, anche dal punto di vista economico. Oltre che amministratori infatti Colombi e soci sono diventati di fatto dei wedding planner, vale a dire si sono buttati sui matrimoni, settore che tiene ancora, per incassare un bel po’ di contributi extra. L’idea è stata semplice, permettere alle coppie di sposarsi anche fuori dal municipio e il gioco è fatto, 500 euro come contributo per poter fare la cerimonia in vari punti. “Abbiamo scelto alcuni luoghi dove sarà possibile, oltre che fare dei ricevimenti, anche sposarsi — spiega il vice sindaco Michele ZambelliVilla Canton, villa Suardi, le cantine Medolago e richieste sono arrivate anche per la locanda Armonia. Di fatto chi sceglie questi luoghi per il ricevimento, può fare tutto sul posto, anche sposarsi evitando così spostamenti dal municipio e riassumendo la cerimonia tutta nello stesso luogo. In quel caso saremo io o il sindaco ad andare a celebrare sul posto il matrimonio”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 MARZO