TRESCORE – VIABILITÀ – Una ‘spada di Damocle’ sulla rotonda delle Terme, attesa per la sentenza del TAR

266

Si attende per la prima metà di giugno il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici sulla variante alla Statale 42 tra Trescore, Zandobbio ed Entratico, bloccata da anni e di cui, al momento, non si vede ancora il progetto. C’è però un’ulteriore attesa, che riguarda un altro progetto viabilistico particolarmente atteso da chi percorre ogni giorno la SS42 e la SP89. Si tratta di quello che prevede la realizzazione di una rotatoria accanto all’ingresso delle Terme di Trescore, un’opera che metterebbe finalmente in soffitta l’odiato semaforo all’imbocco della strada d’accesso al centro abitato di Zandobbio.

È infatti attesa a giorni la decisione del TAR, che deve decidere sul ricorso presentato lo scorso anno dalla società Terme di Trescore Spa, che aveva chiesto una sospensiva.

Il 9 maggio c’è stata la discussione al TAR – spiega Mauro Bonomelli, l’ex sindaco di Costa Volpino che ha la delega alla Viabilità per la Provincia di Bergamo – e stiamo aspettando la sua decisione”. Quanto tempo ci vuole per renderla pubblica? “In genere, ci vuole un mese di tempo, più o meno. Quindi, ogni giorno è buono…”.

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 7 GIUGNO

pubblicità