ROVETTA – La Meridiana di Stabilini “spacca il… minuto”. Unica (forse al mondo) che misura oltre alle ore anche i minuti

257
SAMSUNG

Misurare il tempo, sapere in che tempo vivi, “quanto manca alla notte”, secondo il detto biblico. Abbiamo orologi al polso, ma i cellulari ormai sono loro a scandire i tempi della nostra giornata. Ma in fondo la misura del nostro tempo è basata sul sole, da che sappiamo che è il nostro pianeta a ruotargli attorno e non viceversa. Le meridiane da “orologi solari” sono diventate solo decorazioni sui muri di antichi palazzi. Il più delle volte “illeggibili” da che abbiamo perso voglia e capacità di “lettura”. La maggior parte delle meridiane arrivano a misurare, per chi appunto le sa leggere, solo le ore. “La mia Meridiana ha una particolarità che non ho riscontrato in nessun’altra. Ho disegnato le curve di riferimento delle ore ogni 10 minuti, per cui riuscendo a stimare tale distanza che può variare da cm. 4 a cm. 8 si può leggere l’ora del momento con la precisione al minuto primo”. Giovanni Stabilini di professione fa il geometra, i numeri, le righe e le curve sono il suo pane quotidiano. “Le curve rappresentate si chiamano lemniscate e raffigurano la proiezione dell’ombra durante tutto l’arco dell’anno in frazioni di tempo di dieci minuti. Il ferro la cui ombra viene proiettata sulla parete si chiama gnomone”.

Basta dargli corda e Stabilini vi spiega caparbiamente perché la sua meridiana è unica al mondo, almeno non ne ha trovate altre nelle sue ricerche su internet. Ha partecipato alla 13ª edizione del concorso internazionale “Le ombre del tempo” indetto dall’Osservatorio Serafino Zani di Lumezzane e dall’Unione Astrofili Bresciani, ricevendone un riconoscimento.

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 3 DICEMBRE

pubblicità