IL PERSONAGGIO – Walter, da Endine e Sovere alla Costa d’Avorio: “Lascio tutto e vado in Missione” “Per ricevere, non solo per dare. Partire è uscire da sé e dargli agli altri”

Walter Negrinelli sta preparando le ultime cose, che poi non sono ‘cose’, lui la valigia più importante se l’è fatta nel cuore, ed è piena di volti, sguardi, persone che ha incontrato in questi anni dove ha lasciato il segno. Walter, classe 1976, arriva da Endine, o forse sarebbe meglio scrivere parte da Endine e poi non si sa dove arriva, in perenne cammino tra cuori e anime, tra persone e volti, tra sguardi e gente che ha trovato in lui un rifugio e un punto di partenza. Walter sta per partire per la Costa d’Avorio, ci resterà un anno, almeno per ora, poi si vedrà, in una missione bergamasca e darà il suo contributo in un orfanotrofio. Walter in questi anni ha lavorato come educatore in una cooperativa della zona e in poco tempo si è fatto conoscere e apprezzare da tutti, ha collaborato a progetti con l’oratorio e con la scuola di Sovere. E i ragazzi di Sovere in questi giorni lo hanno salutato a modo loro, messaggi, qualche lacrima, groppo in gola tanta, tanta stima. “La decisione di partire – racconta Walter – è nata perché dentro di me avevo questo desiderio che poi era un sogno, avevo già fatto esperienze brevi in Africa, l’ultima la scorsa estate, proprio in Costa d’Avorio, dove ero rimasto per tre settimane dalle suore poverelle che si occupano di un orfanotrofio, esperienze che hanno fatto crescere dentro di me il desiderio forte di fare qualcosa di più per gli altri, e ho deciso di provare un’esperienza lunga”. E così Walter tramite la Diocesi di Bergamo ha avuto un paio di colloqui per capire se fosse in grado di reggere anche psicologicamente un’esperienza di questo genere, e Walter è pronto, probabilmente è sempre stato pronto. “Mi hanno detto che c’era la possibilità di fare questa esperienza”. Detto fatto. Si parte. “Per un altro orfanotrofio, non quello dove ero stato lo scorso anno. Presterò servizio in questa missione dove c’è una casa famiglia per bambini orfani abbandonati, farò l’educatore, lì c’è molto da fare ma c’è anche molto da prendere, riempirò il mio cuore”. Parti da solo? “Si, ma poi dovrebbe arrivare un’altra ragazza laica e un prete bergamasco destinato in questi giorni alla Costa d’Avorio”. Nei giorni scorsi Walter ha ricevuto dal Vescovo Francesco Beschi…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 OTTOBRE