COLERE – Due giorni al lume di candela

Certo che facebook serve. Ultimo comunicato: “E luce fu (prima del previsto quasi ovunque). Ridate indietro le candele”. E’ la sera del 30 ottobre e il sindaco Benedetto Bonomo lo scrive su facebook. Colere da 36 ore è al lume di candela. In realtà la luce era arrivata in paese, non ancora in tutte le contrade e frazioni, in via Gromo e Rocol no, come scrive un colerese. “Pazienza, ci stiamo lavorando”. E poco prima il sindaco aveva scherzato scrivendo: “Profittate del buio per stare vicino alle vostre mogli, ne trarrete calore e con un poco di fortuna tra nove mesi si riapre il punto nascite di Piario alla faccia delle statistiche”. Il riferimento era a quello che era successo a New York il 9 novembre 1965 quando si verificò un black-out e nove mesi dopo si racconta che ci fu un incremento di nascite… Insomma, leggerezza, nonostante il blocco delle caldaie, i telefoni fissi fuori uso (e le ricariche dei cellulari inutili), i freezer e frigoriferi spenti e il buio della sera. Il parroco don Antonio aveva aperto la chiesa e messo a disposizione le candele (“gli avevo minacciato la requisizione”, scherza il Sindaco che vuole ringraziarlo per la disponibilità). Scuole chiuse ovviamente….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 NOVEMBRE