COLERE – INTERVENTO – Il Comitato e la riapertura della banca:“Questo risultato non lo dobbiamo alle Amministrazioni, ma alla caparbietà dei coleresi che ci hanno seguiti in questa battaglia”

139

Gentile Direttore di Araberara,

a nome del Comitato che ha operato (con successo) per la riapertura dello sportello bancario di Colere, desidero chiarire alcuni aspetti della vicenda, anche in riferimento ad un’altra lettera da voi pubblicata recentemente.

Il nostro intento non è tanto la rivendicazione del successo, quanto riconoscere e ringraziare i 433 cittadini che hanno creduto nella validità della nostra iniziativa.

Riassumo la vicenda:

Nell’Aprile del 2022, la Direzione della BPER comunica ai correntisti del comune di Colere la decisione di chiudere lo sportello a Colere e nella frazione di Dezzo. La chiusura avverrà, dopo vari rinvii, il 1° Novembre dello stesso anno, la popolazione di Colere e della frazione Dezzo, si vede costretta a recarsi nella sede Bper più vicina, a 12 km circa di strada non certo agevole.

Nei mesi seguenti cresce nella popolazione il malcontento nel constatare che nessuno si preoccupi di trovare una soluzione a questo disagio.

Personalmente chiedo un incontro con il Sindaco di Colere per capire se l’Amministrazione abbia intenzione di intraprendere delle iniziative proprie per sondare l’interesse, da parte di altro Istituto bancario, ad aprire un nuovo sportello a Colere.

In questo incontro, che si svolge il 15 Dicembre 2022, il Sindaco, mi comunica che era già stato messo in contatto con un funzionario di Banca Popolare di Sondrio, il quale aveva espresso la volontà di aderire alla richiesta, ma non gli aveva specificato che il prerequisito era che il Comune affidasse alla stessa Banca la gestione della tesoreria.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 GENNAIO

pubblicità