VILLONGO – Pace fatta sugli argini del torrene Uria Giuseppe Cividini e Benito Nucera si incontrano, accordo per una soluzione

292

Alla fine tutto è bene quel che finisce bene, almeno per ora, visto che alla fine Giuseppe Cividini e Benito Nucera hanno deposto le armi e si sono ritrovati ad un tavolo.

La questione riguarda gli argini del torrente Uria che attraversa l’abitato di San Filastro, argini in parte già crollati e che rischiano ancora di avere gravi problemi.

Come denunciato da Cividini proprio sulle pagine di Araberara infatti gli argini sono in parte crollati, ma il fiume scava sotto anche gli altri argini in cemento creando un pericolo per le abitazioni della zona con i cortili che già presentano seri problemi con crepe visibili. Il fiume infatti sarebbe entrato sotto le proprietà per due metri e continuerebbe a scavare con il rischio di far crollare tutto quanto.

pubblicità