TORRE BOLDONEIl coordinatore dei Vot: “Non siamo Rambo, ma padri di famiglia che operano per il bene della comunità. Per i detrattori siamo squadristi, ma con noi si è passati da 20 furti al mese a uno ogni 3 mesi…”

109

 

Un’idea partita la scorsa estate a Torre Boldone, che si è concretizzata nel corso dell’autunno e che ora si sta facendo strada in altri Comuni della Lombardia. I famosi Vot, i Volontari Osservatori del Territorio, stanno ormai facendo scuola dopo aver abbattuto molte delle perplessità della prima ora. Il loro successo è testimoniato da un semplice fatto: il coordinatore e ideatore dei Vot viene invitato nelle varie province lombarde per parlare di questa sua “creatura”.

Ci sono diversi Comuni – spiega il coordinatore Rino Tomaselliinteressati all’esperienza dei Vot. Sui mass media si è spesso discusso di noi e così ci siamo fatti conoscere anche fuori provincia. Molti amministratori, non importa se di centrodestra o di centrosinistra, vogliono puntare sulla sicurezza dei cittadini e seguono l’esempio lanciato da Torre Boldone”.

Tomaselli è orgoglioso di un SU ARABERARA IN EDICOLA A PAG. 54

pubblicità