TORRE BOLDONE – Stop agli assembramenti sul marciapiede, gli studenti possono ‘sostare’ nel cortile della scuola

Ringraziamo l’Amministrazione comunale…”. Comincia così un post pubblicato su facebook da Alberto Ronzoni, storico esponente della minoranza di Torre Boldone (anche se adesso non siede più in Consiglio comunale) e da sempre acerrimo avversario della maggioranza di centrodestra che da oltre un decennio sostiene le Amministrazioni di Claudio Sessa e, adesso, di Luca Macario.

Ebbene sì, sembra strano, ma Ronzoni ringrazia l’Amministrazione comunale. Ma per quale motivo? L’avvocato prosegue così il suo messaggio: “… per aver accolto le richieste, da tante parti pervenute, per la trasformazione del cortile della scuola in suolo pubblico nell’orario di ingresso degli alunni. Con una delibera del 4 gennaio 2021 la Giunta ha infine deciso di accogliere le richieste di trasformare il cortile della scuola in suolo pubblico, dalle ore 8 alle ore 8,15, onde accogliere gli alunni in attesa dell’entrata nelle classi, ed evitare così pericolosi assembramenti sul marciapiede antistante la scuola. Sono venute quindi meno le preoccupazioni del sindaco, che temeva che una tale misura avrebbe consentito ‘l’accesso di estranei, magari malintenzionati’ nelle aree di pertinenza della scuola. I genitori, come sanno sorvegliare i propri figli sul marciapiede fuori della scuola, possono fare altrettanto, e anche più comodamente, nel cortile interno della scuola. Un provvedimento, quindi, che avrebbe potuto essere preso anche prima. Comunque – conclude Ronzoni – come si dice, meglio tardi che mai”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 GENNAIO