Chiude il Monastero delle Clarisse di Bienno: 4 si trasferiscono a Lovere, una in Liguria

Il Monastero delle clarisse di Bienno chiude. Le 5 ‘sorelle’ che attualmente vivono lì stanno preparando le valigie, 4 andranno a Lovere e una nel monastero di Porto Maurizio, in Liguria. Sempre meno vocazioni, sempre più difficile mantenere aperti i monasteri e Bienno non fa eccezione. Inaugurato nel 1988, il Monastero vicino all’Eremo, in una posizione suggestiva, chiuderà il giorno di Pentecoste. Il convento è aperto dal 8 ottobre 1988, il nuovo monastero, di proprietà dell’Alma Tovini Domus, era (ed è) bellissimo. Collocato nelle vicinanze dell’Eremo dei santi Pietro e Paolo, a quel tempo diretto da don Aldo Delaidelli, era pensato anche in vista di una vicinanza spirituale.

Questa vicinanza – hanno raccontato le clarisse – si è sempre mantenuta e manifestata nella celebrazione eucaristica vissuta insieme alla comunità dell’Eremo, presso la chiesetta del monastero. Da quel giorno indimenticabile, l’accoglienza, l’affetto, l’attenzione di tante persone ci hanno circondato e in breve tempo il nostro piccolo gruppo è diventato parte integrante della vita della chiesa locale. E questo andò avanti e si approfondì negli anni. Il giorno di Natale del 1993 morì suor Maria Pia di leucemia. Nel corso degli anni alcune ragazze si unirono a noi, ma di queste soltanto due hanno perseverato nel cammino. Anni intensi. Dall’inaugurazione del monastero ad oggi sono passati 32 anni. Anni intensi, segnati da eventi civili ed ecclesiali di rilievo e dagli eventi spiccioli delle nostre vite e di quelle di tante persone amiche. Ricordiamo con gratitudine gli incontri interessanti con le persone che venivano all’Eremo per incontri o conferenze, ricordiamo molti eventi e celebrazioni vissuti con la comunità dell’Eremo, con i fedeli della parrocchia di Bienno e delle parrocchie vicine.

Quanti gruppi di bambini, di ragazzi e anche di adulti abbiamo incontrato! Con quante persone abbiamo fatto amicizia e quante hanno pregato con noi! Non siamo mai sole alla celebrazione delle Lodi mattutine e della Messa, sempre qualcuno si unisce e canta i salmi alternandosi con il nostro piccolo coro. La scomparsa di suor Agostina. Il giorno di Natale del 2020 è morta la nostra sorella più anziana, suor Agostina, dopo mesi di declino e di sofferenza, lasciando una testimonianza bellissima di vita. Riprendiamo le parole da lei lasciate scritte: “La mia vita è stata una avventura stupenda, meravigliosa”. Insieme ai suoi numerosi parenti e a tante persone che l’hanno conosciuta e apprezzata, l’abbiamo salutata e riconsegnata al Signore, cui aveva dedicato tutta sè stessa”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 GENNAIO