SOVERE – Quella pista ciclabile dai bordi pericolosi e con gli ostacoli sulle strisce pedonali

Una pista ciclabile coi…bordi pericolosi. Posizionata da pochi giorni lungo Via Roma ma la gente protesta, perché i bordi sarebbero pericolosi e come sempre a fare da stura a tutto questo, i social oltre che due mail arrivate in redazione: “Mio figlio, 13 anni – scrive una mamma – è caduto in bici e si è fatto male al ginocchio, ha toccato il cordolo per evitare un altro ciclista che scendeva ed è scivolato sopra battendo anche la testa. Negli altri paesi le piste ciclabili non sono così, ma come si fa a fare un lavoro di questo tipo?”. E sui social molti altri la pensano come questa mamma che ha inviato la mail: “Mercoledì – scrive sui social una donna – una mia sprovveduta imprudenza mi ha causato una brutta caduta con bici…ma temo non sia stata l’unica in pochi giorni….”….

Il sindaco: “Il progetto è della Comunità Montana”

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco Francesco Filippini: “E’ doverosa una premessa, perché già in fase di progettazione della ciclabile che riguarda i Comuni di Costa Volpino, Sovere, Pianico ed Endine da parte della Comunità Montana, avevamo avanzato delle perplessità in merito ai cordoli previsti sul tratto che riguarda il nostro paese

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 LUGLIO