Ospedale di Esine, donato un ecografo per la Cardiologia

86

Una nuova iniziativa realizzata dal Fondo Ospedali e Sanità di Valle Camonica, nato per
volere della Famiglia Farisoglio per ricordare l’amato Sandro, ed istituito presso Fondazione della Comunità Bresciana, finalizzato allo sviluppo e al sostegno della sanità camuna.
Martedì 19 dicembre, presso la Cardiologia dell’Ospedale di Esine, il Direttore Maurizio
Galavotti, unitamente alla Direzione Strategica dell’ASST della Valcamonica, al Consigliere di Fondazione della Comunità Bresciana Piergiuseppe Caldana e al Presidente della Comunità Montana di Vallecamonica Alessandro Bonomelli, hanno incontrato la famiglia Bulferetti di Ponte di Legno per ricevere l’importante donazione di un Ecografo, voluta dal Comm. Andrea Bulferetti tramite il Fondo Ospedali e Sanità di Valle Camonica e che andrà ad arricchire la dotazione tecnologica della strumentazione presente nel reparto. Il macchinario viene donato in memoria del Prof. Giovanni Straneo, a lungo primario della Cardiologia dell’ospedale camuno, in ricordo del quale è stata apposta anche una targa commemorativa.


Erano presenti il Comm. Andrea Bulferetti e Stefano Bulferetti, che hanno ricevuto i ringraziamenti del Dr. Alberto Madureri, Direttore della SC Cardiologia dell’ASST della
Valcamonica, il quale ha voluto sottolineare l’importanza della donazione per il suo reparto, ed infine la Dr.ssa Umberta Straneo, figlia del Prof. Straneo, che opera presso il reparto di Cardiologia.
Il nuovo Ecografo è uno strumento ad alta tecnologia, facile da utilizzare in quanto di piccole dimensioni e dal design ergonomico; garantisce inoltre un impiego multidisciplinare ad un elevato livello di performance, migliorando l’efficienza diagnostica.
La donazione costituisce un ulteriore esempio di vicinanza dei cittadini camuni alla loro
sanità, attraverso gesti di concreta solidarietà.

pubblicità