INCHIESTA – Gli stranieri paese per paese. Boom della pianura e del lago, Gaverina, Pianico, Villongo…Pochissimi in montagna, quasi nulli in Val di Scalve

1192

Questa volta tocca agli ‘stranieri’, che poi è l’Istat ufficialmente che li chiama così. E anche qui, come è successo con le precedenti pubblicazioni che riguardavano il numero dei vedovi e vedove, single, divorziati paese per paese, ci sono alcune sorprese e curiosità. Telgate detiene lo scettro di paese con più stranieri, uno su quattro, in cima a questa speciale classifica troviamo Gaverina con il 22%, Pianico, Borgo di Terzo e Villongo, quasi al 20% ma anche Casazza, Credaro, Carobbio, San Paolo, Trescore, tutti paesi che sfiorano il 20%, quindi un residente su 5 è straniero. Numeri che stridono con quelli di paesi piccoli di montagna come Valgoglio, Gandellino, Oneta, Schilpario, Colere, Peia, Azzone, Vilminore, Bossico. Colpisce che l’intera Val di Scalve, quattro Comuni è in fondo alla classifica, insomma, in Val di Scale i residenti stranieri si contano sulle dita di una mano. Nella parte bassa della classifica anche centri relativamente grandi come Castione, Ardesio e Tavernola. Gli stranieri sono molti meno nelle zone di montagna che in pianura e al lago. Intorno al 13%, una percentuale quindi alta anche paesi dove le case al metro quadro e gli affitti sono abbastanza alti, come Sarnico, Lovere invece è intorno all’11%, anche qui nella parte alta della classifica. Insomma, gli stranieri scelgono lago e pianura e sembrano non amare molto la montagna ma qui entrano in gioco fattori economici, in pianura e nelle zone del lago le industrie sono fortemente presenti ed è quindi più facile trovare lavoro…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 SETTEMBRE

pubblicità