GRUMELLO DEL MONTE – Tra le vigne della Tenuta Iris (come il nome della figlia) spuntano i tulipani. L’originale idea di Gabriele Frusca per promuovere i suoi vini

1961

L’ha chiamata Iris, col bel nome della figlia di 10 anni, la tenuta ai piedi della collina S. Pantaleone a Grumello del Monte dove Gabriele Frusca, 27 anni, nato e residente a Pontoglio, ha recuperato il vecchio cascinale abbandonato che ora è il fulcro della sua attività vinicola:

“Dopo il diploma di perito agrario, avevo lavorato un paio d’anni come dipendente, ma nel 2017 mi si presentò l’occasione di affittare questa tenuta abbandonata ormai da tre anni. La passione per l’agricoltura in generale covava in me fin da bambino e quindi decisi di lanciarmi in questa avventura: un anno di prova dedicato al recupero delle vigne, dovevo capire quali estirpare e quali recuperare ai fini della produzione, e così estirpai tutte le piante malate e piantai 8.000 mq a Merlot bacca rossa ed altri 2.500 a Moscato a bacca gialla, entrambi vitigni autoctoni che andarono in produzione nel 2020”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 3 MARZO

pubblicità