ENTRATICO – Il sindaco Epinati, il parco giochi inclusivo e quella visita, casa per casa, agli anziani

Il 2020? Ci siamo interrogati a fine anno su quello che è stato e su quello che si sarebbe potuto fare lo scorso anno. Di certo è stato un anno difficile, assolutizzante…

Il sindaco Andrea Epinati si è trovato ad affrontare un periodo così difficile a causa della pandemia nella prima parte del suo mandato di primo cittadino di Entratico.

Per questo dico che è stato un anno assolutizzante, perché se volevi stare vicino alla tua comunità, dovevi veramente fare il sindaco a tempo pieno, anzi, di più. Insieme alla mia squadra – sottolinea Epinati – abbiamo cercato di essere il più vicini possibile alla nostra gente, essere presenti, sapendo che non si possono risolvere tutti i problemi, ma facendo sentire la vicinanza del Comune, facendo capire alle persone che del Comune ci si può fidare. E devo dire che c’è stata tanta disponibilità e tanta forza di volontà mostrata da molte persone; questo è stato un aspetto positivo in un anno così difficile, come il lavoro di squadra e la necessaria suddivisione dei compiti. Certo che anche noi sindaci a volte ci siamo sentiti abbandonati dalle istituzioni…”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 GENNAIO