ELEZIONI COMUNALI – Schilpario: Riva abbandona, in campo Onorino e Claudio. Azzone: la lista di Tarcisio

290

Non è nemmeno una grossa sorpresa l’abbandono di Alessandro Riva (Bonaldi). In paese lo si diceva da tempo, non circolava neppure un nome della sua lista. Lui continuava a dire che il metodo era diverso, gli incontri che aveva organizzato erano affollati, nella speranza che le novità annunciate partorissero davvero una “terza via” (il riferimento storico è voluto) che scompigliasse le carte e a Schilpario si aprisse una “nuova era”. Magari dai connotati incerti e nebulosi, non si è mai capito veramente quale fosse il programma “innovativo”. L’annuncio quindi del suo abbandono non ha sorpreso più di tanto.

SCHILPARIO

Fatto sta che si torna a due liste, in un certo senso “storiche”. Quella di Onorino Bonaldi cambierà nome ma sarà ovviamente di continuità con l’amministrazione uscente guidata da Marco Pizio. “Stiamo aspettando che sciolgano le riserve alcune persone, ma la lista ci sarà, ovviamente. Si chiamerà ‘Schilpario protagonista’ anche se è chiaro che proseguirà e completerà il lavoro avviato in questi anni da ‘Schilpario unito’”. Tra i nomi già spendibili ci sono quelli appunto di continuità come Giovanni (Gianni) Grassi e Luciano Gendrini.

AZZONE

Anche qui la conferma della sfida a due e qui, come abbiamo scritto altre volte, nessuno se lo aspettava. La sindaca Mirella Cotti Cometti si trova un competitor. È forte della sua maggioranza attuale che non ha mai dato segni di dissenso. E sta ancora definendo la sua lista. Dall’altra parte lista pronta con candidato a sindaco Tarcisio Bettoni. Il Comune di Azzone contava a fine 2023 solo 357 abitanti, divisi su tre frazioni, Azzone capoluogo, Dezzo sponda sinistra dell’omonimo fiume, e Dosso, la più piccola. Tre chiese, tre cimiteri.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 22 MARZO

pubblicità