VAL DI SCALVE – SCENARI – Azzone e Schilpario alle minoranze: “Collaboriamo, se volete”. E per la Comunità Montana…

113

Passata la tempesta elettorale di Azzone e Schilpario i due sindaci fanno il punto. Ad Azzone Mirella Cotti Cometti, riprende da dove aveva appena interrotto con la novità di avere per la prima volta una minoranza: “L’ho detto in Consiglio comunale, se sono disponibili a collaborare a noi va bene, ci sono buone idee del loro programma che possiamo valutare insieme. Sono tre giovani, dopo le dimissioni di Tarcisio e Mario, se sono disposti a collaborare noi ci siamo”. In Giunta, oltre al vicesindaco Davide Tontini, entra anche Stefano Novelli.

A Schilpario nuovo (si fa per dire, va verso il ventennio di carica, sia pure non consecutivo) sindaco. Claudio Agoni ci tiene a ringraziare il sindaco uscente Marco Pizio per la sua disponibilità a fare il quadro della situazione. E poi ha lanciato, già in Consiglio comunale, un invito a collaborare ai tre di minoranza. “Non ho fatto ancora le nomine nei vari enti, aspetto la risposta dalla minoranza, spero accettino di collaborare”. Dei tre di minoranza ci sono le dimissioni di Giovanni Grassi: entra in Consiglio, dunque, la prima dei non eletti, Martina Albertinelli (27 preferenze) che si affianca a Onorino Bonaldi e Isabella Lazioli (36 preferenze).

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 LUGLIO

 

pubblicità