CASTIONE – I NUMERI E LE REAZIONI – Afflusso da record, il blocco dell’assalto al Pora, la soddisfazione e le polemiche

Numeri da record. Giorni da tutto esaurito. Che forse nemmeno i più ottimisti si aspettavano. E infatti la situazione ha colto di sorpresa anche gli addetti ai lavori. I giorni tra Natale e Capodanno a Castione della Presolana c’è stata un’affluenza enorme di turisti. In primis legata agli impianti di sci. Dove i cospicui investimenti realizzati negli scorsi anni dalla società IRTA hanno aumentato ulteriormente il potere attrattivo della località. “Registriamo l’assalto alla località. Una media di 20.000 transiti auto, con picchi anche più alti, e oltre il 90% non esce poi dal varco del Passo, quindi si fermano nel comune”, fa sapere con soddisfazione l’amministrazione comunale. “Le azioni di promozione danno i loro frutti”.

Sabato 28 dicembre, però, in Pora il traffico è andato in tilt: parcheggi selvaggi, auto posteggiate su entrambi i lati della strada che hanno bloccato il passaggio. E il giorno successivo la decisione della polizia locale del comune è stata di bloccare le auto a Lantana, prima dell’inizio della strada che conduce al Pora. Lunga fila di auto ferme dinanzi alla transenna e sono esplose le polemiche tra chi aveva programmato di passare la giornata sugli impianti, ma è rimasto bloccato.

Sui social network decine di persone hanno espresso il proprio rammarico per la situazione, con note più o meno acute di polemica.  …

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 GENNAIO