Castelli Calepio Colpo di scena per la Sp 91. Il sindaco: “Gli alpini e la protezione civile ripuliscono il percorso e i progettisti partono con i lavori. Incontro con tutti i sindaci della zona per fare un comitato unico”. Sede unica per tutte le Associa

 

Gli alpini sul tracciato di quella che dovrebbe essere la nuova SP 91. Per pulirla e sistemare tutto il tracciato in modo che poi i progettisti possano cominciare a lavorare. Il sindaco di Castelli Calepio Giovanni Benini non demorde e rilancia e questa volta cala il jolly.

La strada s’ha da fare”. E per strada si intende quel mega progetto che da decenni se ne parla e che ammonta a diversi milioni di euro e che permetterebbe di bypassare il centro di Tagliuno e snellire tutto il traffico della zona. Benini una volta eletto ha preso in mano la questione che l’ex sindaco Flavio Bizzoni aveva messo da parte ed è tornato alla carica con la Provincia chiedendo di redigere loro il progetto: “Perché così avremmo più forza nel chiedere finanziamenti a livello regionale”. La Provincia ha promesso di predisporre il progetto: “Ma non si è visto più niente e noi non vogliamo aspettare – taglia corto Benini – qui la gente ha già aspettato anche troppo per anni. Il rischi è che si finisca ancora una volta alle calende greche”.

Quindi Benini cambia strategia, o meglio cala il jolly. Nei giorni scorsi ha incontrato in Comune gli alpini delle diverse sezioni di Castelli Calepio e gli ha chiesto di dargli una mano per pulire il tracciato sul quale dovrebbe sorgere la nuova strada in modo da permettere ai progettisti di mettersi subito all’opera. Detto fatto…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 APRILE