CASTELLI CALEPIO Carabinieri in Comune. Benini: “La Magistratura faccia il suo corso. Nessun legame tra il dipendente inquisito e le dimissioni del vicesindaco”.

316

Di tutto e di più. Giovanni Benini non si fa mancare niente, e sul fronte polemiche qui ormai non ci si stupisce più di niente, e così questa volta sono arrivati anche i carabinieri in Comune, iscritto nel registro degli indagati l’attuale responsabile dell’ufficio Patrimonio, manutenzioni e lavori pubblici del Comune di Castelli Calepio, Paolo Fiumi, indagato per corruzione e falso in atto pubblico. I carabinieri hanno sequestrato alcuni fascicoli e ora tocca alla Magistratura fare chiarezza: “Io non posso licenziarlo – spiega il sindaco Giovanni Beniniil sindaco non può licenziare nessuno, io ho un indirizzo politico e di controllo, sono i responsabili che devono attivarsi in questo senso e togliergli l’ordinanza sindacale di fiducia e responsabilità. Sono venuti i carabinieri e adesso verranno valutate le accuse, io non sono depositario della verità e non sono un giudice, l’unica cosa che posso fare è togliergli la fiducia, in ogni caso il suo ruolo di responsabile scadeva a fine anno, dovevo solo decidere se rinnovarlo o meno…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’

pubblicità