ARDESIO GLI ANIMALISTI “Pastori schiavisti e assassini” Solo una ventina i manifestanti

43

 

Una Fiera delle Capre piovosa non si era mai vista, da 15 anni a questa parte. Il gran freddo sì, e anche la neve, un paio di volte, ma non questo cielo plumbeo che incupisce ulteriormente le bandiere del Fronte Animalista e le divise dei numerosi poliziotti e carabinieri schierati in assetto antisommossa, una grande macchia scura proprio all’ingresso del paese, davanti alla chiesa parrocchiale, che occupa la strada e il piccolo giardino pubblico col monumento ai pellegrini della Madonna delle Grazie. Sulle ringhiere gli animalisti – una ventina, a occhio – che si ostinano eroicamente a lanciare i loro slogan – “Vergogna, vergogna!” è il più ricorrente – con voci sempre più rauche, visibilmente provati anch’essi dalla pioggia gelida che non concede tregua. Vorrebbero muoversi di qui e spostarsi al centro del paese, ma la forza pubblica è inflessibile: “Meglio di no, ragazzi, – spiega loro pacatamente un uomo in divisa – vista l’esperienza dell’anno scorso è meglio che stiate qui, per il vostro bene e per il bene di tutti”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 12 FEBBRAIO

pubblicità