VIGANO – GRONE – Luca Oberti clavicembalista di fama europea torna a suonare nella sua valle (in officina)

 

Ha iniziato come molti altri giovani della zona con il suonare l’organo in chiesa, nelle parrocchie della valle Cavallina fino ad arrivare al Duomo di Bergamo. Oggi gira il mondo a suonare il clavicembalo, il nonno del pianoforte, quello strumento non molto conosciuto tra i profani che si vede ogni tanto nei film ambientati nel ‘700, ad esempio quello dedicato a Mozart. Oggi Luca Oberti è uno dei più importanti clavicembalisti del mondo ed ha mosso i suoi primi passi da Vigano San Martino suo paese natale ed ora ritorna in media valle Cavallina, precisamente a Grone venerdì 25 settembre alle 18,30, per presentare il suo primo cd. “Suono pezzi di Marchand e Clerambault – spiega Luca Oberti – due clavicembalisti del ‘700 che avevano la mia età, io ne ho 31 loro erano trentenni, quando hanno composto questi brani. Visto che è il mio debutto con questo primo CD ho scelto questo legame”.

E Luca Oberti ha scelto anche un contesto strano, un’autofficina di Grone per presentare il suo lavoro…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 SETTEMBRE