VAL CAVALLINA – Consorzio, il sindaco Zappella prende tempo sul turismo: “Per ora rimane come è, poi toccherà alla commissione…”

82

Ci eravamo lasciati, sull’ultimo numero di Araberara, con il divorzio tra il Consorzio Servizi della Val Cavallina e Promoserio, che aveva così chiuso il capitolo della gestione del settore turistico. Facciamo un passo indietro, il Consorzio è un ente pubblico nato nel 2008 che già gestisce i servizi sociali in valle e indirettamente controlla ‘Valcavallina Servizi’, che ha in carico la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti della valle e Comuni limitrofi. Ad oggi il Consorzio, nell’assumersi direttamente il controllo di InValcavallina e sganciandosi da Promoserio amplia il suo raggio d’azione. Ma con quali strategie? Per il settore turistico il Conzorzio incassa un euro per ogni abitante dei Comuni che ne fanno parte e finanzierà le attività promosse dal Comitato di InValcavallina che sarà un organo consultivo e di coordinamento delle attività delle Pro Loco e vari enti del settore. Abbiamo bussato alla porta del presidente (e sindaco di Casazza) Sergio Zappella..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 MAGGIO

pubblicità