TAVERNOLA – SCENARI – “Siamo sulle sabbie mobili”. Cercansi candidati (anche usati)

126

Se vai in giro per strada con l’aria di non aver niente da fare rischi di essere abbordato e invitato a metterti in lista, una qualsiasi delle tre annunciate. Aldilà delle dichiarazioni ufficiali tutti e tre i candidati a sindaco, Ioris Pezzotti, Roberto Martinelli, Fabio Rinaldi, hanno avuto o hanno difficoltà a completare la lista dei candidati a consiglieri. Più il sindaco uscente che gli altri due candidati.

Le ragioni della difficoltà a trovare gente disponibile hanno radici nel lontano 1993, quando la gran parte delle competenze dei Consigli comunali sono state assegnate alle Giunte (al tempo in cui fu varata la legge sull’elezione diretta del Sindaco). Negli ultimi anni quasi tutti i sindaci eletti affidano, oltre che agli assessori, deleghe specifiche a tutti i loro consiglieri di maggioranza, in modo che si sentano coinvolti nell’amministrazione. Questo vale per tutti i Comuni. Ma poi quando in un Comune la macchina è fuori uso, anche le “deleghe” lasciano il tempo che trovano.

Ma a Tavernola gli ultimi cinque anni sono stati peggio del castigo divino delle piaghe d’Egitto. E non solo per le varie calamità di cui abbiamo parlato spesso (meningite, rifiuti nel lago, la frana del Saresano…) ma soprattutto per i problemi interni alla macchina comunale.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 1° MARZO

pubblicità