TAVERNOLA – Gallinarga: il Tar “boccia” la Sovrintendenza. Via libera all’edificabilità (e al parcheggio)

152

Il Tar regionale ha detto “stop” alla decisione della Sovrintendenza che poneva il diniego alla costruzione di due case a nord di Gallinarga. Così è finita, almeno dal punto di vista legislativo, l’annosa “querelle” del divieto di costruire nell’antica frazione di Tavernola.

La storia che ha impegnato la Soprintendenza parte dalla presentazione in Comune della richiesta di costruire due palazzine sul campo a fronte nord di Gallinarga regolarmente edificabili secondo il piano regolatore approvato nel 2017 dall’Amministrazione allora retta dal sindaco Filippo Colosio.

Durante il quinquennio il Sindaco aveva ripreso in mano il piano regolatore e aveva deciso di ridurre drasticamente i metri quadri per la costruzione dopo aver chiesto ai proprietari delle zone edificabili se intendevano mantenerle tali (con spese annue pesanti) o se rinunciavano all’edificabilità dei loro terreni sapendo che questa rinuncia era da considerarsi definitiva.

Molti proprietari rinunciarono, compresa la titolare dei prato grande a sud di Gallinarga, sul lago, al di sopra della litoranea. (La titolare chiese solo di mantenere l’edificabilità di una piccola zona an alto – Licà – a ovest della frazione perché si manifestava la necessità di procedere ad un restauro).

L’edificabilità di 20.000 metri, stabilita dall’Amministrazione Zanni, fu così annullata e al suo posto il Comune stabilì di lasciare edificabili 1.500 mq sul terreno a nord, per ottenere in cambio di poter fare un marciapiede e costruire un parcheggio per gli abitanti di Gallinarga che ne sono tuttora privi.

La cosa non andò liscia in Comune, perché – oltre i tre della minoranza – anche due della maggioranza si dissociarono, tra cui l’allora assessore Joris Pezzotti che votò contro. L’edificabilità, che prevedeva anche la costruzione del parcheggio e del marciapiede d’accesso, fu quindi messa in azione e non tardò a trovare estimatori che proposero i relativi documenti in regola con la legge….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 DICEMBRE

pubblicità