SOVERE – IL PERSONAGGIO -Marina, 17 anni, da Piazza di Sovere all’Inghilterra, dove gioca a rugby e studia: “L’emozione della prima convocazione in Nazionale”

Marina risponde dal collage, Worthing, vicino a Brighton, sul canale della Manica. Marina frequenta il quarto anno, i primi tre anni al Celeri di Lovere, Liceo Scientifico Sportivo e poi la scelta di andare in Inghilterra per continuare a inseguire il suo sogno, giocare a rugby, un sogno che sta diventando realtà azzurra, e per azzurra si intende il colore della maglia dell’Italia, perché Marina che di cognome fa Mazzoleni e arriva da Piazza di Sovere è fresca di convocazione nella nazionale under 17. Marina è una forza della natura che quando parla anche se è al telefono ti butta addosso tutto il suo entusiasmo. Classe 2004, appassionata di rugby, un binomio per niente ovvio: “Ho cominciato a giocare a 12 anni a Rogno, il primo anno l’ho giocato lì, poi le ragazze non potevano più giocare con i ragazzi e così sono andata a giocare a Rovato, poi nel Cus Brescia e nei Centurioni Rugby a Lumezzane. E ora in Inghilterra, ho fatto questa scelta proprio per migliorare e inseguire il mio sogno e sono felice di essere qui”. Da quanto sei arrivata? “Tre settimane e mi trovo molto bene. Vivo in una famiglia, vado al Collage, frequento la scuola, le lezioni sono tutte in inglese ma io con l’inglese me la cavo abbastanza bene, non ho particolari problemi, con la mia scuola di Lovere mantengo i rapporti, devo mandare relazioni periodiche dove li aggiorno sul mio percorso”. 

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 NOVEMBRE