SOLTO COLLINA – RIVA DI SOLTO – FONTENO – Diario di viaggio: con i bimbi della Collina da Papa Francesco allo Stadio Olimpico

220

Se potessi fare un miracolo, vorrei che tutti i bimbi fossero felici”, Papa Francesco ha risposto così alla domanda di una bambina allo Stadio Olimpico di Roma durante la prima Giornata Mondiale dei Bambini del 25 maggio. E un piccolo miracolo quel giorno è avvenuto davvero. Per raccontare questa storia riavvolgo il nastro e parto dall’inizio. “Con una trentina di bambini andiamo a Roma per la GMB, ci piacerebbe che qualcuno della redazione la vivesse insieme a noi”, dice il presidente dell’Asd La Collina, Fabio Zanni. Detto, fatto. Verso le 22:30 sono davanti all’Oratorio dedicato a San Giovanni Bosco a Solto Collina. Bambini e allenatori indossano la divisa blu e sottobraccio tengono cuscino e coperta, tutto l’occorrente per il lungo viaggio notturno che ci aspetta. Un appello veloce, saliamo sul pullman, ognuno prende il proprio posto, una preghiera con don Maurizio e poi via, verso la Capitale.

W la collina, ora e sempre w la collina” e per i più grandi un brindisi con tanto di spumante. I bambini chiacchierano tra loro, mentre i mister discutono di Serie A, di allenatori che vanno e vengono, e del meteo che ci accoglierà a Roma, poi si torna alla programmazione dei prossimi impegni della società.

Sono in pochi a chiudere occhio mentre la notte corre fuori dal finestrino. L’imbocco dell’autostrada del Sole è andato in tilt, “ci sono i lavori”, spiega Giovanni dopo aver dato un’occhiata al navigatore. Una lunga colonna di auto e mezzi pesanti ci mette in guardia, “chissà a che ora arriveremo”. Beh, pazienza, quel sole dell’autostrada i bambini ce l’hanno dentro e splende nonostante tutto.

E sembra che la radio sappia esattamente dove siamo; i Pinguini Tattici Nucleari ci cantano ‘le autostrade che portano al mare’, ma la nostra direzione, almeno stavolta, è un’altra.

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 7 GIUGNO

pubblicità