ALTA VALSERIANA – SANITA’ – Intervista a Flavia Bigoni, presidente dell’Ambito Territoriale 9: “Nessuno può costringere i medici a venire a lavorare in Alta Valle”

135

“Qualche medico ci sarebbe, ma nessuno di loro è deciso a venire a lavorare in Alta Valle: dei 7 medici che hanno partecipato al bando dello scorso aprile, infatti, 3 hanno scelto di lavorare in altri ambiti della nostra provincia, ma nessuno ha scelto di lavorare in montagna in Alta Valseriana e in Val di Scalve, optando invece per paesi della media e della bassa Valle. Del resto secondo la legge la scelta del luogo in cui operare è totalmente loro, e nessuno li può costringere ad andare dove c’è più bisogno…”

Così Flavia Bigoni, presidente dell’Ambito territoriale 9, quello che riguarda, appunto, i Comuni dell’Alta Valle Seriana e della Valle di Scalve. Bigoni, già assessora ai Servizi Sociali, Istruzione, Famiglie e pari opportunità del Comune di Clusone, si occupa della Governance della gestione associata e territoriale delle funzioni sociali e della programmazione degli aspetti gestionali ed operativi di coordinamento e sviluppo dei servizi sociali territoriali e si interessa anche delle politiche del lavoro, della formazione professionale, dell’istruzione dell’educazione e della sicurezza:

“Intanto l’ATS Bergamo Est ha previsto un altro bando per incarichi provvisori prima del bando regionale del prossimo autunno, e non sappiamo se qualche medico si candiderà…

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 7 GIUGNO

pubblicità