SOLTO COLLINA – Quel lavoratore socialmente utile nel giardino del consigliere comunale, la cooperativa Carcere e Territorio rescinde il contratto, le minoranze chiedono le dimissioni

460

Partiamo dalla fine. Perché qui gli inizi sono sempre esplosivi, le continuazioni pure e i finali a volte anche troppo tragici. Con buona pace di chi incolpa tutto e tutti, media compresi, forse qualcuno a Solto una pausa di riflessione dovrebbe prendersela, perché il dato medio sul numero di polemiche manderebbe in tilt qualunque contatore. Intanto a rimetterci, come da tradizione, sono sempre i ‘deboli’, la cooperativa del carcere di Bergamo che affida al Comune i lavoratori per il progetto carcere ha rescisso il contratto per il ragazzo che sarebbe stato trovato a sistemare il giardino di un consigliere comunale. Insomma, qui a rischiare è probabilmente colui che non c’entra nulla. Ma tant’è. Andiamo a riassumere quello che è successo. Il pomeriggio del 12 dicembre, un lavoratore socialmente utile sarebbe stato messo a disposizione del consigliere Maurizio Badon per sistemargli il giardino con mezzi del Comune, a documentare il fatto una fotografia, Badon, consigliere di maggioranza con delega alla Sicurezza avrebbe dichiarato che l’individuo si era recato sul posto fuori dell’orario di servizio e di sua volontà e l’assessore alle Politiche sociali, Sabrina Amaglio, che l’effettuazione dei lavori era stata richiesta da Badon e, in seguito, ci sarebbe stato il suo benestare, ma che l’operaio non avrebbe utilizzato il camioncino, ma un’auto privata. Dall’opposizione è arrivata la richiesta, sia a Badon che alla Amaglio di dimissioni…

***

Cassarino: “Badon e Amaglio devono dimettersi”

Ho chiesto le dimissioni di entrambi i consiglieri, Badon e Amaglio. Badon nel consiglio comunale del 23 dicembre ha ammesso che fuori dall’orario di lavoro l’Amaglio aveva mandato il detenuto in regime di semilibertà a sistemare il giardino. Quando lo ha dichiarato sono rimasto senza parole. E’  inutile che si arrampichino agli specchi, è chiaro che il ragazzo non poteva certo andare da Badon senza mezzi del Comune, altrimenti strappava l’erba con le mani?”, il capogruppo di minoranza Filippo Cassarino non usa mezzi termini per dire la sua sulla vicenda che ha coinvolto in questi giorni il consigliere Badon…

***

L’assessore Amaglio: “Non spreco tempo in battibecchi inutili”

Mentre il consigliere Maurizio Badon sceglie di non commentare la vicenda, l’assessore alle Politiche Sociali e al Turismo Sabrina Amaglio spiega con poche parole: “Quello che è stato detto, in particolare le prime dichiarazioni uscite in merito alla questione, non corrispondono alla verità. Ho relazionato i fatti a chi di dovere e ora non sprecherò altro tempo in battibecchi inutili. Anzi, ci piace lavorare e preferisco dedicarmi ai progetti che partiranno a breve per i nostri giovani, il bando farmacia, l’efficientamento della biblioteca e la programmazione delle iniziative turistiche estive”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 2 FEBBRAIO

pubblicità