LOVERE – Graziano Martinelli: “Mi candido, la prima persona a cui l’ho detto è Guizzetti. ‘Lovere domani’ lista civica, Lovere va ripensata”

1951

Graziano Martinelli, classe 1952, candidato di ‘Lovere domani’. E’ lui il candidato sindaco della lista civica che nasce dalla cenere di quello che era ‘Lovere di tutti’ ma anche del centro sinistra e anche e soprattutto come ci tiene a sottolineare Martinelli: “ Una lista per costruire il domani di Lovere, che intercetti le istanze, i bisogni e le aspettative legate ai cambiamenti del nostro tempo”. Martinelli, medico come Guizzetti, condivide con lui l’ambulatorio, Martinelli compie 67 anni, Guizzetti invece di anni ne fa 64, più o meno ci siamo, sia come età che come professione. “La prima persona a cui l’ho detto è stato proprio Giovanni, mi è sembrato giusto comunicarglielo”. E lui? “Mi ha ascoltato, mi ha spiegato alcune dinamiche loveresi e mi ha fatto gli auguri. Tra noi c’è un rapporto di stima”. Già, anche se Guizzetti probabilmente non se l’aspettava. Ma fino a qualche settimana fa non se l’aspettava nemmeno Martinelli: “Mi è stata fatta una richiesta circa un mese fa, una richiesta maturata e meditata così come è stata la mia risposta. frutto entrambe di un ragionamento. Alcuni amici mi hanno chiesto la disponibilità a fare questa scelta lasciandomi tutta la libertà e il tempo per prendere la mia decisione. Una scelta certo non facile, così mi sono preso un po’ di tempo e poi la settimana scorsa ho formalizzato il mio sì”. Martinelli, medico da 40 anni a Lovere: “Sono nato a Castro ma a 3 anni ci siamo trasferiti nel Comune di Lovere, nella zona della Colombera, via Bergamo. Non provengo da nessun gruppo e confesso che la mia decisione è stata sofferta proprio perché questa scelta è abbastanza lontana dalla mia storia personale, non mi sono mai occupato né di politica, né di amministrazione”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 FEBBRAIO

pubblicità