LUNGA VITA A LALLA

2542

 

Nell’inchiesta sulla prostituzione in provincia di Bergamo abbiamo riportato uno stralcio del libro di Lalla, al secolo Maria Teresa Scandella originaria di Bratto che racconta la sua vita e parla del suo passato e su come si è avviata alla prostituzione, uno spaccato di vita del tempo della Bratto di allora. Poi molte cose sono cambiate, Lalla è andata via e noi qualche anno fa l’abbiamo intervistato e ha raccontato e ripercorso quegli anni e la sua vita. Lalla che poi è finita in carcere per aver estorto denaro a clienti. Cinque anni e mezzo per estorsione perché ‘dopo i rapporti che aveva filmato aveva minacciato di divultare la cosa. Lalla che aveva anche scritto un libro ‘confessioni di una prostituta di provincia’. Nelle scorse settimane in redazione era arriata una compaesana di Lalla che aveva raccontato che purtroppo Lalla era morta qualche settimana prima. Araberara che aveva seguito la vicenda di Lalla dopo la pubblicazione del suo libro e l’intervista concessaci e dopo il processo a cui è stata condannata, ha riportato la notizia allegando ancora uno stralcio del suo libro. Lalla invece, per fortuna, non è morta, è in carcere e le voci che circolano a Castione non sono vere. Ce ne scusiamo con la diretta interessata e speriamo che come succede ogni tanto con qualche personaggio ‘famoso’ che si dice sia passato a miglior vita, sia di auspicio per una vita lunga e magari più facile di quella che ha vissuto sinora. Aldilà del cappello iniziale di poche righe il racconto che trovate di Lalla non ha bisogno certo di smentite ma fa riflettere..

pubblicità