LEFFE La Regina Madre dell’impero Radici Pensieri e parole di Luciana Previtali Radici

Quel viaggio di nozze su una Topolino con le gomme sul tetto. Quella volta che Gianni mi lanciò un’insalatiera perché avevo speso troppo. Quelle notti di Santa Lucia. Gianni aveva già in mente la soluzione prima che gli altri trovassero il problema… i figli, i nipoti e quelle cene in villa”

Sono nata in una grande famiglia patriarcale. Mio nonno, Davide Previtali, era il perno attorno a cui ruotava tutta la nostra vita”

Quando mi sono sposata, ho cercato di ricreare attorno a me e mio marito la stessa calda atmosfera familiare: tuttora al lunedì mattina a casa mia si lavano 120-130 tovaglioli, perché dal venerdì sera alla domenica ospito a pranzo e a cena i miei figli con le loro famiglie”

Sono nata il giorno di Santa Lucia, anche il mio primogenito Paolo, è la più grande festa per me, dopo la celebrazione di una messa qui in casa, ceniamo tutti insieme nel salone la sera del 12, al momento della frutta o del dolce, la Santa a cavallo, vestita di bianco, appare dietro le vetrate e cammina intorno alla villa. Poi improvvisamente si accende la luce nella sala accanto ed ecco apparire i regali”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 26 AGOSTO