GORNO – Calegari: “Demoliti i due immobili a Campello. Teniamo accesa la lampada dei minatori”

Il sindaco di Gorno Giampiero Calegari racconta l’ultimo intervento di demolizione di quel che restava del complesso di Campello.

*  *  *

La giornata di lunedì 16 marzo e stata per me una giornata molto triste, tanto che non sono riuscito a recarmi sul posto per la verifica dei lavori in corso.

Esisteva un villaggio minerario nella frazione Campello di Gorno, unico nel suo genere. Unico in quanto era stato costruito con una tipologia non propria delle nostre zone, e unico in quanto, dopo gli anni 50, era abitato da famiglie, da persone, ingegneri, periti minerari o geologi che provenivano da varie parti d’Italia, dalla Toscana, dalla Sardegna, dal Veneto, dalla zona dell’Agordino dove esisteva una scuola mineraria.

Un qualcosa di unico. Pensate che esisteva un campo da tennis, un riscaldamento centralizzato, un’auto medica che serviva al trasporto delle persone bisognose.

Ebbene, questo villaggio è stato abitato fino al 1982. Alla chiusura delle miniere, pian piano si è svuotato passando da circa 150 abitanti a poche decine di residenti.

La proprietà è passata all’agenzia del Demanio e vani sono stati i tentativi dei privati o delle amministrazioni comunali che si sono succedute da quella data ad oggi di entrarne in possesso. E’ iniziato allora l’abbandono degli abitanti e anche l’incuria nei confronti degli immobili, che, dopo anni di mancata manutenzione, hanno iniziato ad avere seri problemi come sfondamento dei tetti piuttosto che ammaloramento delle solette e dei muri portanti. Circa 7 anni fa, nell’ambito del federalismo demaniale, questi immobili sono stati trasferiti al Comune, ma ormai il degrado e la stabilità degli immobili era seriamente compromessa…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 MARZO