GAZZANIGA Il sindaco incontra il Prefetto: “No ai profughi, quando darete 35 euro al giorno anche agli anziani e bisognosi del paese allora li accetteremo. Abbiamo 500 immigrati a Gazzaniga”

50

La provocazione arriva da Mattia Merelli, sindaco di Gazzaniga, che poi ‘provocazione’ è riduttivo: “Per me non è solo provocazione, le cose stanno così e quindi io chiedo che siano così” e riguarda la situazione profughi. Il sindaco di Gazzaniga è andato dal Prefetto: “E gli ho detto chiaramente che Gazzaniga non li vuole ma aldilà di quello, io ho chiesto pari dignità ai nostri cittadini”. Cioè? “Cioè, se lo Stato, in questo caso il Prefetto che lo rappresenta va a destinare un tot di euro per l’accoglienza dei profughi e cioè 35 euro al giorno, io pretendo pari dignità per i cittadini di Gazzaniga che ne hanno bisogno, anziani o persone in difficoltà, allora se ne può parlare, finchè non è così noi qui i profughi non li vogliamo”. Merelli non va per il sottile: “Non siamo qui fare lo scaricabarile a nessuno. Il Prefetto non ci ha rassicurato sul futuro di queste persone, bisogna accoglierle ma nessuno ha pensato al domani, non si sa per quanto….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 FEBBRAIO

pubblicità