COSTA VOLPINO – La meraviglia di Patrizia Bianchi

2612

Le sagre di paese hanno ancora l’impronta dei suoi pennelli che decoravano i visi dei bimbi. Gli orecchini, braccialetti, collanine che realizzava riproducendo Nutella, cioccolatini e biscotti. E poi quando è arrivato il cancro lei non è cambiata una parrucca con le treccine rasta, che la malattia se ne faccia una ragione, la meraviglia resta e rimane. La meraviglia di Patrizia. Che ora ha preso una valigia leggera ed è salita sul treno, carrozza meraviglia, lato finestrino, vicino all’imprevedibile….

pubblicità

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 LUGLIO

pubblicità